Branding ristorante: consigli e strategie

autore articolo Veronica Balzano data articolo 8 Settembre 2022 commenti articolo 0 commenti

Branding ristorante. È un viaggio per scoprire, identificare, evocare, plasmare e svelare l’identità e la personalità del tuo ristorante. Sarà pieno di insidie ​​e opportunità, ma avrai l’opportunità di testare la solidità dei tuoi valori, obiettivi e punti di vista.
Il suo obiettivo principale è trasmettere energia al tuo marchio, non solo con i prodotti/servizi che offri, ma con un mondo di valore e significato che il pubblico può riconoscere e identificare da solo.

Il branding si riferisce al processo strategico che un’azienda intraprende per differenziarsi dai suoi concorrenti. Si evolve in tre fasi attive del marchio.
Creazione, Costruzione (architettura), Controllo.

 Tutte queste attività coordinate creano un punto di incontro funzionale con prospect e clienti attuali, contribuendo alla creazione di una brand identity specifica da proporre sul mercato.

Branding ristorante

Dopo aver definito la tua strategia e creato la tua identità, sei ora nella delicata fase di progettazione. È necessario progettare la lingua e l’interfaccia. Questo aprirà la strada alla creazione di un messaggio chiaro e immediato, un parametro di qualità importante che prelude al tuo rapporto e scambio con il tuo pubblico di destinazione.
Questi significati e messaggi sono prodotti e sviluppati in contesti culturali e sociali in cui i bisogni esistenziali di sicurezza, rispetto e autorealizzazione superano i bisogni primari e funzionali (mangiare, respirare, bere e dormire legati agli istinti di sopravvivenza).

branding ristorante

Branding ristorante a cosa serve?

Branding ristorante

Gli ospiti che vengono al tuo ristorante per cenare spendono tempo e denaro per la cena perché la trovano conveniente in termini di identità e motivazione esistenziale.
La motivazione inizia ogni volta che una persona sente un bisogno. Quest’ultimo si riferisce alla percezione di uno squilibrio tra la situazione attuale e quella desiderata. Un bisogno è quindi uno stato di insoddisfazione che spinge una persona a ottenere i fondi (beni) necessari per porvi fine o limitarlo.

I ristoratori oggi più che mai devono tenere presente questo aspetto. In altre parole, devi essere in grado di leggere e interpretare i bisogni profondi del tuo pubblico di destinazione e creare un’identità autentica riconoscibile che possa raggiungerti intellettualmente e sentimentalmente.
Nella scelta di un posto dove mangiare, varie idee e suggerimenti legati ai nomi di alcuni ristoranti si accumulano nella mente dei clienti prima di altri, incidendo notevolmente sulla scelta finale.

È soprattutto l’identità unica e riconoscibile del ristorante, la sua capacità di dominare la mente e il cuore dei suoi clienti con determinate emozioni e valori che determinano la scelta finale che resta impressa nella memoria del cliente.

Come può l’identità di un ristorante essere così umana da evocare empatia e completa fiducia da parte dei clienti?… Attraverso la personalità del ristorante.
Come tutti, i ristoranti hanno un’identità visibile. Ma non basta raccontare quali siano i suoi valori, sentimenti e carattere. Affinché i clienti possano sceglierti incondizionatamente, devi trovare e plasmare la tua identità di marca. L’identità di marca consiste in un insieme di emozioni, personalità e temperamento che sono alla base dell’identità di marca e si può dire che ne enfatizzi l’esistenza e il modo di pensare.

Definire l’identità del ristorante

Branding ristorante

image 14
Branding ristorante: consigli e strategie 3

Definire l’identità della tua struttura aiuta a distinguersi dalla concorrenza trasmettendo un messaggio chiaro e definito che ne evidenzia gli elementi unici e crea significato.
Gli antropologi sono abituati a chiamare “culture” la produzione di significati sviluppati da gruppi di esseri umani consciamente e inconsciamente: coscienza, oggetti totem, azioni, pensieri, messaggi. Gran parte della produzione del significato del marchio si sviluppa in un contesto culturale in cui le motivazioni esistenziali sono costituite da individui al di là dei progetti funzionali.

Branding ristorante

Siamo abituati a vedere un ristorante non solo come un luogo dove mangiare, ma come un organismo strutturato e versatile con un significato. Il cibo non solo ci nutre biologicamente, ma ha anche la funzione di procurare piacere, gioia, piacere, sfida, dialogo, tradizione, eventi culturali e sociali. Il cibo è divertente e accattivante e crea un mondo sociale in cui vari attori (ristoranti/ristoranti) lavorano duramente per nutrire il protagonista. Tra i tanti luoghi di ritrovo del cibo delizioso oggi c’è un bisogno crescente di distinguersi e distinguersi.

Le domande che un ristoratore deve porsi

Branding ristorante

CHI SIAMO?
QUAL E’ IL NOSTRO PRODOTTO?
CHI SONO I NOSTRI CLIENTI?
IN CHE MODO OFFRIAMO IL NOSTRO PRODOTTO?
QUAL E’ IL NOSTRO STILE?

Rispondendo a queste domande è possibile ottenere una struttura generale del identità del ristorante, riuscendo ad indirizzarne la gestione nel miglior modo possibile.

Da non sottovalutare anche un altro aspetto importante: la creazione del menù giusto!

Tra i consigli per creare i menu dei ristoranti, dovresti limitare le tue scelte culinarie.
I clienti non sono sempre in movimento e hanno il tempo o il desiderio di leggere lunghe pagine di testo con 6.070 piatti, ma desiderano una selezione limitata di piatti assortiti. Come sottolinea sempre il grande chef Gordon Ramsay nei suoi spettacoli, è meglio inserire nel menu alcuni piatti, ma cucinarli divinamente. Questa massima va presa alla lettera per non mettere in imbarazzo i clienti che vengono travolti da tanti piatti e inizieranno a diventare indecisi e scoraggiati senza le idee chiare.

Il menu non deve essere lungo quanto la Bibbia, ma non deve essere limitato a pagine scritte a mano e devi trovare una via di mezzo.
Suggerimento – Inserisci fino a 57 piatti per ogni categoria e non di più. In questo modo sarà più facile per il cliente non stancarsi e, soprattutto, preparare sapientemente in cucina i piatti proposti.

Ti potrebbe interessare anche: Restaurant branding: come rendere un ristorante un’icona