GESTIRE IL MAGAZZINO DI UN RISTORANTE

autore articolo Miriam Nardelli data articolo 17 Gennaio 2019 commenti articolo 0 commenti

 

Gestire il magazzino di un ristorante richiede una gestione molto accorta delle spese e un preciso calcolo del fatturato.

Nonostante la disponibilità di programmi sicuri e semplici da usare, le persone che si affidano ad analisi fatte con carta, penna e calcolatrice.

Spesso il risultato di una gestione simile, purtroppo, è la cessazione dell’attività.
La strada che porta al successo passa anche da un efficiente controllo giacenze del ristorante.

 

 

 

 

 

 

 

Tenere sotto controllo il magazzino con un gestionale consente:

  1. giacenze degli articoli;
  2. gestione centralizzata scorte di materie prime (ristorante e bar);
  3. invio degli ordini ai fornitori;
  4. registrazione e controllo fatture di acquisto;
  5. ottimizzazione delle operazioni di carico e scarico;

Oltre alla verifica e al controllo giacenze nel ristorante, si ha la possibilità di analizzare facilmente le statistiche .

I dati sono aggiornati in tempo reale e i report personalizzabili a seconda delle necessità.

Ogni processo legato all’amministrazione delle scorte è automatizzato per ottimizzare la gestione del locale con un controllo istantaneo delle giacenze in magazzino.

La gestione tecnologica del magazzino consente di controllare la presenza dei prodotti disponibili per effettuare ordini . Tutta la documentazione necessaria, bolle e ordini, è prodotta e archiviata dal software.

La verifica tempestiva di eventuali ammanchi di prodotto permette di individuare e controllare le frodi da parte dei dipendenti.

Grazie allo storico di ordini e consumi, si calcolano i costi reali delle materie prime e dei prodotti serviti.

È inoltre possibile confrontare i fornitori e individuare il più competitivo.

Dopo avere impostato le quantità minime e massime di ciascun prodotto, il software gestirà in automatico la creazione degli ordini .

L’opportunità di gestire in modo semplice la contabilità e il magazzino consente d’intervenire:

nella vendita: dispositivi mobili per gestione tavoli, ordini, conti;

sui piatti: organizzazione piatti, portate, varianti sulle comande e stampe degli ordini in cucina;

sul carico e scarico in magazzino dei prodotti acquistati e venduti;

monitoraggio giacenze e quantità in magazzino; analisi costi e ricavi;

calcolo prezzi in base al costo d’acquisto delle materie prime;

calcolo delle vendite giornaliere (chiusura di cassa) e periodiche.

 

GESTIRE IL MAGAZZINO DI UN RISTORANTE ultima modifica: 2019-01-17T00:20:53+00:00 da Miriam Nardelli