Cucina italiana all’estero: Preparatevi a rabbrividire!

Lucia Di Noi 17 Febbraio 2022 0 commenti
cucina italiana all'estero

Cucina italiana all’estero. Rabbrividere…ora. Si fa per scherzare o forse no? Lo sappiamo, lo sappiamo. Generalmente il nostro palato è decisamente un pò troppo fine anche solo per permetterci di immaginare modificazioni alle nostre più sacro sante ricette. Non tolleriamo le alterazioni e molte volte ci scontriamo anche fra di noi perchè la ricetta di mia nonna non è uguale a quella di tua nonna.

Provate a figurarvi quindi quale potrebbe essere la nostra reazione alle alterazione della nostra amatissima cucina italiana all’estero.

Il sapore dell’Italia è ovunque tu vada, e non è solo nella tua immaginazione. La cultura si è diffusa ben oltre i confini del paese con la sua ricca storia culinaria per una ragione: la gente ama mangiare!
Il cibo all’estero può essere difficile all’inizio perché molte culture hanno i loro sapori unici che sono stati creati nel tempo da gruppi diversi.

Cucina italiana all’estero

Tuttavia, se uno si sforza abbastanza, troverà il modo di aggirare questi ostacoli: come scoprire quale tipo o stile di cucina piace di più (se italiano, messicano, indiano, ecc.) e poi fare aggiustamenti di conseguenza; imparare quali spezie aiutano a creare profondità senza sopraffare altri ingredienti; fare domande su come certi piatti potrebbero essere diversi a seconda di dove/quando qualcuno è stato cresciuto.

Per gli oltre tre milioni di americani che si identificano come amanti di linguine e spaghetti, questa domanda è un grosso problema. Sanno cucinarli? La risposta sembra essere “sì” Ma si scopre che non solo le persone di origine italiana rivendicano la proprietà di queste tagliatelle o di qualsiasi altro tipo; alcuni amanti della pasta provengono anche da paesi asiatici – in particolare dalla Corea!

Cucina italiana all’estero

Cucina italiana all’estero

Bere il cappuccino praticamente durante qualsiasi pasto

Lo straniero sorseggia cappuccino con gli spaghetti. Una credenza piuttosto comune vede noi italiani bere il cappuccino sempre. Ovviamente, per noi, il latte è cosa esclusivamente da colazione!

Pasta e risotto come contorni

All’estero la pasta si ordina accompagnata dall’ insalata mentre, per noi, la pasta è un primo piatto e l’insalata un contorno. L’abbinamento è allarmante!

Il ketchup sulla pasta, perché?

Il ketchup viene utilizzato come condimento sulla pasta a volte anche insieme alla maionese. La vera pasta con il pomodoro è unicamente il prodotto dell’ unione profumato di pomodori freschi e basilico.

Condimenti nell’acqua della pasta

Moltissimi ristoranti stranieri, non avendo idea di come preparare la pasta, usano quella precotta. A volte viene condita direttamente nell’acqua di cottura. Che dolore! Inoltre vi è una credenza comune secondo la quale aggiungere l’ olio durante la cottura, previene che questa si attacchi al fondo…ehm, no!

Cucina italiana all’estero

La pizza

La ‘Pepperoni’ è una pizza con il salame famosissima all’estero e soprattutto negli States. La confusione è dettata dall’ assonanza con i nostri poveri peperoni.

Gli americani hanno davvero preso la pizza. È uno dei fast food più popolari in America oggi, il che è interessante se si considera che non esisteva fino alla seconda guerra mondiale, quando i soldati portarono qui le loro famiglie dall’Italia in quel periodo, in modo che potessero mantenere un certo senso di cultura tra di loro mentre erano separati in missione o qualcosa del genere.

Le “fettuccine Alfredo”

Le fettuccine Alfredo sono un altro piatto “italiano” famosissimo negli Stati Uniti ma in Italia è davvero poco conosciuto. Sono delle fettuccine all’uovo, con burro e parmigiano reggiano. Si può facilmente immaginare che il sapore di questo piatto non sia neanche lontanamente simile a quello italiano. In ogni caso è possibile assaggiare un piatto delizioso ma è necessario recarsi in un ristorante tipicamente italiano. Non perdere neanche un momento e assaggia il miglior cibo italiano in America.

Ecco alcuni strani utilizzi e modificazioni della nostra cucina italiana all’estero.