Menù da ristorante: come si presenta?

autore articolo Robera fabozzi data articolo 12 Giugno 2020 commenti articolo 0 commenti

Menù da ristorante: come si scrive e presenta un menù vincente? Qualunque sia la tua attività nel settore della ristorazione hai bisogno di stilare un menù. Tuttavia, non tutti i menù sono uguali, e a ragione; infatti, in base alla tipologia dell’offerta, anche il menù cambia.

In questo articolo ci focalizzeremo prevalentemente su come scrivere e presentare un menù da ristorante, ma cercheremo di raccogliere anche consigli più generici su come impostare il proprio menù ideale.

Il mondo della ristorazione è grande e vario nell’offerta; possiamo annoverarvi un bar, una pizzeria, un ristorante, addirittura un food truck, e ciascuno ha propri particolarismi che la rendono riconoscibile agli occhi della clientela sia in termini di Brand che di offerta.

Perciò, se tu sei il titolare di un ristorante stellato, avrai sicuramente bisogno di un menù differente da quello che ci si aspetta da una brasserie. Vediamo allora che la parola d’ordine non sarà solo come scrivere un menù, ma come scrivere un menù in base alle proprie esigenze!

Se vuoi conoscere qualche consiglio utile, ti conviene continuare la lettura dell’articolo!

Menù da ristorante: tips & tricks

Avevamo già accennato sul nostro blog all’argomento; si parlava di consigli generali su come si fa a creare un menù perfetto, ed è proprio da qui che vogliamo iniziare per arrivare a parlare poi di come scrivere un menù più personalizzato.

1 Analisi interna

La prima cosa cui devi badare prima di scrivere un menù è fare un’analisi interna. Che tipo di servizio offri? Sei un agriturismo o uno chalet in montagna? Una pizzeria in città oppure un chiringuito sulla spiaggia?

READ  Registratore di cassa telematico come funziona?

Magari vi sembra un ovvietà, e invece è una fase molto importante in quanto chiarisce la tipologia di clienti cui vi esponete e le loro abitudini di consumo. E questo la dice lungo in merito alle aspettative che possono nutrire nei vostri confronti.

2 Anche il menù è parte di un’ecosistema

La vostra attività è un Brand, e se l’obiettivo finale è allargare il giro d’affari, sappiate che ci sono varie strategie da mettere in atto per realizzarlo. Una di queste è tenere presente il concetto di ecosistema.

Ciascun elemento, partendo dai canali di comunicazione con cui interagisci con i tuoi clienti alla singola posata sul tavolo deve parlare di te. La capacità di sapersi raccontare, creare uno storytelling intorno al tuo Brand è oltremodo importante nelle attività commerciali moderne.

Ricorda sempre che non stai vendendo soltanto un gustoso piatto di pasta, ma offrendo un’esperienza memorabile al cliente che sicuramente vorrà ripetere. Il menù è parte integrante di questo discorso, e per questo motivo, consapevoli di chi sei e cosa offri, devi traslare il concetto all’interno del tuo menù.

3 Grafica e materiali

A questo punto ci addentriamo di più nel lato tecnico, ma un modo per raccontarti, distinguendoti dalla concorrenza, è presentare un menù non convenzionale. Se in linea con il tuo Brand, perché non tentare?

Sbizzarisciti nel creare una copertina più particolare e di design, ma presta attenzione a dare più visibilità al logo e ritaglia uno spazio nella prima pagina per scrivere della storia del tuo ristorante, correlata delle foto più significative.

Anche la scelta del materiale deve essere strategica: un menù scritto a mano è tutta un’altra cosa rispetto al menù plastificato che, a costo di spezzarti il cuore, non lo ama nessuno.

READ  Aggiornamento Ristomanager nella versione 1.0.4 per iOS

Un po’ di strategia è utile anche per coerenza: se hai un ristorante vegano, non sarà certo il caso di avere un menù con la copertina in pelle, ti pare?

4 Less is more

Alla domanda: “come presentare un menù vincente?” la risposta giusta è: la brevità, o per dirla in lingua markettara, less is more. Nessuno vuole leggere menù lunghissimi, e che si tratti di cucina da ristorante e che si tratti delle pizze; si finisce sempre col prendere la solita margherita.

Questo è un punto un po’ delicato, perché non riguarda soltanto la presentazione del menù ma tocca più in generale il tuo business. C’è da dire, però, che un menù composto da pochi piatti ha un’impatto differente agli occhi del cliente e per diverse ragioni: analizziamole insieme.

  • Il clienti si perde a leggere il menù:

Certo, gli indecisi esistono sempre, anche se si tratta di scegliere fra due soluzioni, ma ridurre il numero delle portate può aiutare.

  • Poche portate sono sinonimo di qualità:

Gestire una cucina con una scelta non estremamente larga di piatti può comunicare qualità al cliente, in quanto gli stai trasmettendo che sei specializzato in qualcosa e che gli ingredienti utilizzati sono genuini.

L’idea che s’innesta nella mente del tuo cliente è di una cucina di un certo livello.

Pillole di marketing –> Gioca sulla presentazione

Piuttosto che mettere nel menù infinite portate, mettine meno ma gioca sulla loro presentazione. Ricorda che i consumatori oggi sono molto esigenti, e il gusto si percepisce anche tramite la vista. La rivisitazione dei piatti tradizionali può andare bene, ma una rivisitazione visiva è ancora meglio!

5 Dove inserire il prezzo?

READ  Ristorante giapponese: Quali piatti gustare?

La maggior parte dei menù presentano due colonne: una sulla sinistra per i piatti, con tanto di descrizione (schematica o narrativa), e sulla destra il rispettivo prezzo. L’idea di ordinarli dal prezzo più basso a quello più alto è buona, ma non questa divisione in colonne!

Il rischio è di orientare il cliente a ordinare i piatti sono in base al prezzo; un menù dovrebbe avere invece uno scopo diverso, ovvero quello di consigliare la scelta di un piatto anche in base a fattori diversi, quali gusto o qualità del piatto.

Se non parliamo di una differenza di prezzo estremamente impattante, si suppone che se un cliente si trova seduto al tuo ristorante e sta consultando il menù, significa che vuole provare la tua cucina; in ottica di business, sei sicuro che vuoi suggerirgli solo il piatto piatto più economico?

Per fidelizzarlo, devi dargli il meglio di te, perché un cliente è disposto sempre a pagare qualcosina più se ottiene un servizio di qualità.

Tutto ciò si esplica ne menù eliminando la colonnina di destra e inserendo i prezzi direttamente alla fine della descrizione del piatto.

Conclusioni

Questi erano i nostri trucchetti per presentare un menù vincente. Tu ne conosci altri? Scriviceli nei commenti!