Food blogger chi è e cosa fa: in che modo è utile al ristorante

Veronica Balzano 1 Aprile 2022 0 commenti

Food blogger chi è e cosa fa? Nel mercato della ristorazione, tante sono le nuove figure emerse di recente. I food blogger fanno parte di un settore particolare, spesso poco riconosciuto, quale quello del food marketing, estremamente importante per un ristorante. In che modo però, un food blogger può essere d’aiuto per il tuo ristorante? E’ facile da immaginare. Queste figure possono sponsorizzare il tuo locale, facendo foto, video e recensioni poi postate sui social, le quali avranno un largo consenso dal momento in cui, il blogger avrà una schiera di fan pronti a seguire i suoi consigli gastronomici.

Ma chi è questa figura? Cosa fa nello specifico? Lo vedremo oggi insieme in questo articolo.

Food blogger: chi è

Prima di tutto chiariamo chi è il food blogger. Questo termine nasce in America, e non è altro che l’unione di due termini: food, e blogger. Quindi parliamo di una figura che tiene un blog dedicato al mondo del food. In particolare ci riferiamo a figure appassionate di cibo, ristoranti e ristorazione che si dedicano a tutto ciò che concerne questo tipo di mondo.

Il termine è stato coniato nel 1997 quando è nato Chowound, il primo portale di cibo e ricette negli Stati Uniti. Chowound è una vetrina dedicata agli amanti del cibo e del cibo per eccellenza, che fornisce informazioni utili su dove provare determinati piatti e quali sono le loro ricette. . Nel 2006, CNET Networks ha acquisito Chowound e lo ha convertito in un portale online unito a un giornale chiamato CHOW. Ancora una volta, ripercorrendo la storia del primo food blog al mondo, nel 2008 CBS ha a sua volta acquisito CNET Networks e lanciato nuovamente il sito per diventare CBS Interactive. Il sito ha raggiunto 10 milioni di visitatori mensili durante quel periodo, formando una delle più grandi comunità del cibo. la pace.

Esistono diverse tipologie di blog di food:

  • Blog di ricette;
  • Food/Restaurant Review;
  • Cibo e Viaggi, alla scoperta dei cibi tipici del luogo visitato;
  • Beverage;
  • Blog dedicato alle foto e ai video legati al food;

Cosa fa un food blogger?

Per iniziare devo dire che per essere chiamato così bisogna aprire un blog tematico sul cibo e mantenerlo a medio termine. Ciò significa avere una certa costanza nel postare e trattare tematiche inerenti a questo settore. Per essere un food blogger, infatti, non basta aprire i social e caricare foto o video di ricette. Come abbiamo visto in precedenza, il termine blogger è strettamente correlato all’avvio e alla gestione di un blog di cucina. Altrimenti, potresti essere definito un influencer quando diventi un influencer del cibo sui social media.

Quali sono le principali attività di un food blogger?

  • Redazione contenuti informativi utili ai lettori;
  • Realizzazione di contenuti visuali (foto e video) connessi al proprio blog, con il quale fornire un contributo di maggior approfondimento sul tema trattato;
  • Apertura e gestione dei social media, per relazionarsi con i membri della propria community;
  • Insieme delle attività di web marketing, volte a farsi conoscere (personal branding) e vendere i propri servizi;

Quali competenze bisogna avere?

Per diventare un bravo food blogger è necessario possedere alcune competenze e abilità:

  • Avere Passione per il cibo, nonché conoscenza della materia e di tutte le sue sfaccettature, la competenza in merito è la chiave principale per tenere un blog di successo;
  • Capacità di comunicare il proprio stile al pubblico. E’ necessario, per avere consensi, riuscire a parlare con chiarezza degli argomenti di cui si vuole trattare;
  • Conoscenze di marketing e web marketing. Non si possono certo trascurare abilità e competenze nel settore Marketing e Social. E’ molto importante riuscire a comunicare in modo persuasivo avendo un minimo di conoscenza della SEO e delle tecniche di marketing più in voga;
  • Competenze eventuali in web developing;
  • Competenze nel campo della fotografia e del video making, collegato al settore food;
  • Capacità imprenditoriali, utili a strutturare con successo il proprio business;
  • Doti umane, utili in qualsiasi contesto lavorativo per rapportarsi con tutti gli stakeholder aziendali;

In che modo il food blogger è utile al ristorante?

Secondo Crisis: Living Together, Living Better di Coldiretti, il 29% degli italiani afferma di fare ricerche online per confrontare prezzi e qualità del cibo.
Queste tendenze stanno cambiando il modo in cui scegliamo prodotti, marchi e ristoranti. Ci fidiamo sempre più delle opinioni di estranei piuttosto che delle nostre stesse impressioni e ci fidiamo dei marchi di prodotti tradizionali.

Un esempio: Sempre più ristoranti all’avanguardia stanno cercando di cavalcare l’onda dell’era del food-friendly sfruttando i social media, stimolando più passaparola, creando “fili comuni” tra il ristorante e i suoi clienti, fornendo consigli e rispondendo alle domande. critiche e lodi.
I food blogger danno vita a tendenze culinarie, informano il consumo attraverso consigli, recensioni e ricette e sono opinion leader nel mondo del cibo. I buongustai, i buongustai, che affermano che i blog di cucina sono una delle più importanti fonti di informazioni, parlano di scelte culinarie e di ristoranti.

Quindi, è chiaro che il food blogger lancia tendenze. Ovviamente, se il vostro ristorante avrà la fortuna di entrare nel mirino di un food blogger di successo si potranno trarre interessanti vantaggi da queste forme di pubblicità. Ci riferiamo a tipologie di pubblicità non convenzionali, che possono però aiutare in modo sostanziale un locale a spiccare il volo!

Ti potrebbe interessare anche: Food marketing: i bisogni dei clienti con la targettizzazione.