Creare un menu per bambini: 5 consigli

autore articolo Cristina Columpsi data articolo 11 Gennaio 2019 commenti articolo 0 commenti

Hai appena aperto un ristorante e devi cimentarti con l’ideazione del menu? Sicuramente, prima o poi dovrai imbatterti anche nell’esigenza di creare un menu per bambini. Si tratta infatti di un servizio utile e che i genitori molto spesso apprezzano. Non sempre le pietanze di un ristorante sono pensate ed ideate per piacere ad un pubblico molto giovane, ed è per questo che diventa necessario elaborare un menu parallelo, adatto ai più piccoli.

Come sappiamo, infatti, i bambini hanno un palato completamente diverso dagli adulti e sono portati ad assaggiare e mangiare una lista di alimenti decisamente più ristretta. Ecco perché, se ha intenzione di gestire un ristorante accogliente e aperto anche alle famiglie, dovresti pensare di ideare anche un menu per bambini.

Costruire identità ristorante: scopri come fare!

Per scegliere gli alimenti più adatti dovrai seguire alcune semplici regole, in modo da evitare errori grossolani e riuscire invece a conquistare anche il palato dei più piccoli. D’altra parte molte catene di ristorazione già lo fanno: basti pensare a McDonald, Roadhouse, o ancora altri ristoranti, capaci di offrire un menu baby soddisfacente e gustoso.

Errore ristorante di successo: scopri cosa devi assolutamente evitare!

Creare un menu per bambini: consigli per non sbagliare

D’altra parte anche creare un menu per bambini che sia accattivante è un’arte e non è poi così facile come possa sembrare. Bisogna infatti evitare l’errore di ricadere in scelte banali e scontate, cosa che purtroppo capita molto spesso. Molti ristoranti, infatti, pur di non sbagliare e accontentare tutti i gusti, a volte propongono menu per bambini eccessivamente banali e scontati, che sicuramente possono funzionare una volta, ma che di certo non saranno in grado di fidelizzare i clienti.

Gestionale ristorante: scopri il più completo ed efficace!

  1. Semplice ma non troppo
    Per questo motivo il primo consiglio da seguire se stai creando un menu per bambini è quello di scegliere piatti semplici ma non troppo. E’ chiaro che i bambini preferiscono piatti non troppo elaborati. Tuttavia, qualcosa di sfizioso non dovrebbe mai mancare. Prova quindi ad inserire alla fine del pasto un dolcetto buono e colorato. In questo modo darai al tuo menu un tocco in più.
  2. Pasta piccola
    Quando si tratta di bambini, non bisogna soltanto fare i conti con i gusti ma anche con altri tipi di esigenze. E’ infatti molto importante che i bambini riescano a mangiare senza correre il rischio di ingerire gli alimenti nel modo sbagliato e così strozzarsi. Per questo motivo, se stai pensando ad un primo piatto, ricorda di inserire solo pasta di formato piccolo. Evita spaghetti o formati difficilmente masticabili, che potrebbero creare solo problemi.
  3. Bevande
    Oltre alle pietanze vere e proprie, anche le bevande hanno la loro importanza, soprattutto se si tratta di bambini. In questo caso, naturalmente, non stiamo parlando di vino e birra, ma di bevande adatte alla loro età, come Coca Cola e aranciata. Ricorda quindi di inserire all’interno del menu anche la possibilità di scegliere fra una di queste bevande.
  4. Patatine
    Quando devi creare un menu per bambini potrai scegliere se inserire più piatti o soltanto un piatto principale. Ricorda però che un alimento non dovrà mai mancare: le patatine fritte. Come sappiamo, infatti, i bambini ne sono ghiotti e, se ad un piatto di pasta o a una porzione di carne riescono a rinunciare facilmente, alle patatine proprio non sanno dire di no. Se quindi hai optato per un menu baby light, ricorda comunque di abbinare al primo o al secondo piatto anche una porzione di patatine fritte.
  5. Aggiornamento
    I bambini sono abitudinari e amano le consuetudini. Tuttavia, soprattutto se il tuo ristorante si rivolge principalmente alle famiglie, dovresti valutare di variare anche il menu per bambini. Questo non significa che ogni mese dovrai presentare un menu diverso. Potresti ad esempio cambiare a rotazione uno dei piatti principali di tanto in tanto. In questo modo darai l’impressione di una maggiore varietà ed eviterai l’errore di ricadere in un’eccessiva staticità che, a lungo andare, potrebbe stancare. Non solo: prendendo spunto da ciò che fa McDonald, perché non valutare anche l’idea di un piccolo regalino o una sorpresa a fine pasto? Potrebbe essere sicuramente un’idea molto carina e apprezzata dai più piccoli, soprattutto se abbinata a determinate ricorrenze e festività.
Creare un menu per bambini: 5 consigli ultima modifica: 2019-01-11T17:36:48+00:00 da Cristina Columpsi