Aprire in franchising?Vediamo insieme le possibilità

autore articolo admin data articolo 14 Marzo 2019 commenti articolo 0 commenti

Aprire una panineria, un ristorante, un fast food,una pizzeria o un bar. Come affrontare questo passo con molta serenità e diventare un imprenditore di successo e cos’è il franchising?

Cos’è il franchising?

Una formula di collaborazione tra imprenditori per la distribuzione di servizi e/o beni. E’ indicata per chi vuole avviare una nuova impresa usufruendo di format già sperimentati e affermati sul mercato.

L’azienda madre, concede all’affiliato il diritto di commercializzare i propri prodotti e/o servizi . Utilizza l’insegna dell’affiliante, l’assistenza tecnica e la consulenza sui metodi di lavoro. In cambio l’affiliato si impegna a rispettare standard e modelli di gestione e produzione stabiliti . In genere, tutto questo viene offerto tramite il pagamento di una percentuale sul fatturato (royalty) e al rispetto delle norme contrattuali .

Nel mercato economico italiano il franchising è regolamentato dalla Legge 6 maggio 2004, n. 129.

Non a caso negli ultimi anni la varietà delle opportunità franchising disponibili sul mercato hanno attirato l’interesse di molti.

Ciò consente all’azienda madre di avere una crescita esponenzialmente più rapida rispetto ad una tradizionale diffusione. Difatti il franchising permette di decentrare e ripartire gli oneri finanziari e organizzativi sui propri affiliati. Questi dovranno investire il loro budget, scegliere la location, gestire il personale e accollarsi parte del rischio di impresa.

La selezione del marchio più adatto alle proprie aspettative inizia dal contatto . Una volta ottenuti i dati dai vari operatori è importante che i marchi scelti vengano comparati in modo obbiettivo al fine di scremare quelli meno convenienti.

Il sistema permette all’azienda madre di derogare alle normative antitrust . Queste infatti pongono limiti di mercato detenibile da un unico soggetto economico. La catena fa tutta capo alla stessa società affiliante. Ogni singolo esercizio in franchising è proprietà di un soggetto diverso dal distributore del marchio. Questo sistema consente al network di ottenere una presenza estremamente capillare e al contempo garantisce un notevole risparmio. I costi di struttura della filiale sono poi a carico dell’affiliato, con relativo vantaggio di risparmio per l’affiliante.

E’ bene ricordare che un marchio con una formula commerciale vincente non teme di dover fornire tutti i dati necessari per ogni aspetto della propria rete e neppure il confronto con altre .

Ecco alcuni punti essenziali di valutazione:

  • il franchisor ha sperimentato sul mercato i propri format (punto pilota);
  • quanti sono i franchisee operativi, tenendo conto dell’anno d’inizio dell’azienda;
  • i non più attivi e/o i cambi di gestione;
  • la durata (e eventualmente qualità) della formazione, un vero franchisor tiene enormemente alla preparazione dei propri affiliati.;
  • Assistenza nella scelta della location;
  • Chiedere ai franchisee già attivi pareri sull’operato del proprio affiliante;
  • Margini di guadagno, tenendo presenti tutti i costi di gestione nonché il tempo stimato per il rientro dell’investimento.
Aprire in franchising?Vediamo insieme le possibilità ultima modifica: 2019-03-14T12:04:08+01:00 da admin