Sommelier: chi è e di cosa si occupa questa figura?

autore articolo Veronica Balzano data articolo 10 Novembre 2020 commenti articolo 0 commenti

Il settore della ristorazione racchiude al suo interno un gran numero di figure, tutte rilevanti a loro modo. Si parte dallo chef, passando per gli aiuto cuoco fino a giungere ai pasticcieri. Queste sono generalmente le figure che lavorano dietro le quinte, ma esistono altrettante professioni che si propongono in prima linea, “mettendoci la faccia”. Il sommelier è una di queste. Si tratta di colui che degusta i vini. Per lungo tempo si è creduto che questa non fosse una vera e propria professione, ma, negli ultimi tempi, con la specializzazione di tutte le aree del settore della ristorazione è stato possibile identificare l’importanza di questa attività.

sommelier

Chi è il sommelier?

Si tratta di una figura qualificata, nota anche come colui che presenta e serve i vini. Si potrebbe far derivare l’origine del termine con la parola francese saumelier, ovvero colui che si occupa dei viveri in cantina. Il compito del sommelier non è tanto quello di dover assaggiare il vino, quanto quello di doverne raccontare la storia. Quindi risulta chiaro che per riuscire a svolgere al meglio questa mansione è importante aver svolto una preparazione adeguata.

Generalmente si tratta di una figura che veste panni eleganti e sofisticati. Questi deve indossare un abbigliamento consono alla propria attività. Il vestiario più adeguato consiste nello smoking, soprattutto in circostanze molto formali.

Di cosa si occupa il sommelier?

Il compito che spetta a questa figura consiste nel riuscire a fornire un’analisi dettagliata di eventuali caratteristiche di ciascun tipo di vino. Generalmente questo è impegnato in ristoranti di un certo livello e accompagna il servizio di ristorazione in modo professionale e molto sofisticato.

Gli strumenti del sommelier

Dopo aver chiarito chi sia il sommelier e quale sia il suo compito all’interno del settore della ristorazione è possibile identificare quali siano gli strumenti di cui egli si serve per svolgere tale attività. L’articolo più importante che deve sempre accompagnare un sommelier è il cavatappi. Si tratta di uno strumento in grado di rimuovere il tappo dalle bottiglie di vino. Ovviamente, prerogativa di questa figura professionale è quella di saperlo utilizzare al meglio. Il tipo di cavatappi che questi deve possedere deve essere tascabile e deve avere un’estetica sobria ed elegante.

Un altro strumento immancabile è il frangino. Si tratta di un piccolo tovagliolo di colore bianco che deve essere utilizzato per pulire il becco della bottiglia ed eventualmente per rimuovere dei residui di bevanda.

Ancora un altro prodotto che i sommelier devono portare sempre con sé è il termometro. A tal proposito è importante affermare quanto sia importante che ciascun vino venga servito alla giusta temperatura.

Ti potrebbe interessare: Diventare Chef: Accademia italiana e percorsi da intraprendere