LA NOTTE DI SAN SILVESTRO ED IL CENONE

admin 27 Dicembre 2018 0 commenti

Il cenone di Capodanno rappresenta una vera tradizione della cultura italiana.

Il cenone di Capodanno in Italia è un momento di celebrazione e riflessione. Il pasto celebra l’inizio di ogni nuovo anno, mentre in altre celebrazioni come il Natale o la Pasqua le persone tipicamente mangiano in modo diverso da loro in modo che la loro fede possa ancora celebrare senza sentirsi privata durante questa festività religiosa perché non commemora le sue radici pagane come fanno altre che richiederebbero un cibo privo di qualsiasi significato spirituale per essere considerato effettivamente “sacramento”.


La tradizione risale a tutta la storia, ma è cambiata negli ultimi secoli in base a come gli italiani stessi si sentono su ciò che dovrebbe rappresentare gli eventi importanti che accadono intorno al Natale: cioè se sono cristiani (i piatti tradizionali) contro le pratiche paganistiche in cui gli animali venivano invece sacrificati.

Tra i più gettonati troviamo quelli organizzati da locali e ristoranti. Offrono menù con diverse fasce di prezzo, adatti per tutte le tasche.

Trascorrendo la notte di San Silvestro in un ristorante o in un locale eviterete pulizie supplementari della casa. Potrete godere, allo stesso tempo, di un’ottima cena in attesa della mezzanotte.

Le cene di Capodanno, quindi, nei locali si trasformano in veri e propri eventi-spettacolo. Prevedono varie esibizioni di diversi artisti che allietano il pubblico presente con le loro performance.

In preparazione del Capodanno, il cibo servito in un ristorante si trasforma in qualcosa di speciale. Lo chef prepara un pasto di cinque portate che sarà apprezzato da tutti e comprende elementi come il riccio di mare marinato con salsa di sake o il merluzzo nero condito con miso prima di essere fritto fino a diventare croccante rispettivamente sui lati superiore e inferiore; mentre gli ospiti possono scegliere tra insalate di lattuga carpaccio condite solo con aceto condite con foie gras alla griglia accompagnate da vicino con condimento di senape al miele al tartufo – solo alcuni esempi di ciò che rende questo evento indimenticabile!

In alternativa al ristorante, c’è il cenone di Capodanno a casa, forse più impegnativo ma maggiormente in linea con lo stile natalizio.

Il menu è solitamente a base di pesce come impone la tradizione, che tra i piatti tipici prevede il risotto alla pescatora, i gamberoni fritti, l’impepata di cozze, gli spaghetti e vongole ecc.

Vuoi essere sicuro di avere un buon pasto a Capodanno, quindi quale dovrebbe essere il cibo? Ecco alcuni suggerimenti degli esperti:
Poiché si tratta di un incontro informale con amici e familiari stretti, è meglio se tutti possono mangiare insieme anche se ci sarà una sola portata. Per esempio, la mousse di fegato di pollo posizionata su un caldo toast di brioche o la pasta schiacciata fatta con una zuppa di frutti di mare, sormontata da anelli di calamari fritti, sembrano tutti deliziosi!

Gli amanti della carne possono consolarsi con il bollito misto profumato, il brodo di gallina e l’intramontabile cotechino con le lenticchie, servito solitamente alla fine della cena come buon augurio.

L’insalata di rinforzo e le lenticchie in umido sono classici contorni che non possono mancare.

Se vi affascina l’atmosfera bucolica potrete prenotare un cenone presso un agriturismo, dove vengono serviti menu genuini con ingredienti di produzione propria e a km 0.

Sono tante le associazioni culturali, sportive o motociclistiche che organizzano un vero e proprio scambio cuturale in cucina dove ognuno si cimenta nella specialità della sua terra.

Per chi aspetterà la mezzanotte nelle piazze italiane il cenone sarà anticipato.

Per assicurarsi una gestione perfetta vi consigliamo Ristomanager .

Idee interessanti possono essere alle terme,oppure  a teatro, in altre culture Capodanno in un castello, in discoteca.

Molti trascorreranno il Capodanno in montagna oppure nelle bellissime piazze italiane, Cena + discoteca, Cene con delitto, Concerti di Capodanno  e addirittura in Crociera.

Per assicurarsi una gestione perfetta vi consigliamo Ristomanager .