La dieta americana, in cosa consiste?

autore articolo Alex data articolo 12 Febbraio 2020 commenti articolo 0 commenti

In molti durante la primavera valutano se dimagrire oppure no. Il sogno di tutti ovviamente è quello di riuscire a tornare in forma prima dell’estate. Avete mai sentito parlare della dieta americana? Quest’ultima è stata progettata con la massima cura con lo scopo principale di perdere i chili in eccesso e va a basarsi principalmente sulla combinazione chimica fra qualche cibo che da una mano ad attivare più rapidamente il metabolismo facendolo diventare con il passare del tempo un vero e proprio brucia grassi favorendo la termogenesi ma tenendo sempre in considerazione che tale dieta di cui vi stiamo parlando è strutturata per essere seguita non oltre 72 ore, caso contrario l’organismo potrebbe iniziare a creare problemi di varia natura. Tra le nuove strategie dietetiche, le tradizioni americane culinarie possono rappresentare interessanti spunti per dimagrire. Vediamo come.

la dieta americana

La Dieta Americana sta riscuotendo sempre più successo

Ai tempi d’oggi sono sempre più le persone che per una cosa o l’altra sono obese ed è per questo che è consigliato – sopratutto per vivere al meglio – cercare di tenere il peso forma ideale.

La dieta americana originale, rispetto agli inizi sta riscuotendo con il tempo sempre più successo e sono davvero tante ad oggi le persone che la stanno provando con risultati più che soddisfacenti. La dieta americana è certamente una delle ultimissime novità che sta letteralmente facendo il giro di Internet. Lo scopo di tale dieta qual è? La risposta è molto semplice, cercare di perdere almeno 3KG di peso corporeo in tre giorni compito arduo ma non impossibile se viene seguito alla lettera il programma.

Perché scegliere la dieta americana piuttosto che un qualsiasi altro regime alimentare?

La dieta alimentare è veloce e funzionale. Inutile girarci intorno, quando qualcuno si approccia ad una nuova tipologia di dieta vuole vedere rapidamente i suoi risultati. La dieta americana promette proprio questo! Massimo successo. Infatti, quando si è alla ricerca del miglior regime alimentare da seguire si va alla ricerca di qualcosa che possa fornire un dimagrimento immediato. Tale situazione non fa altro che mettere in atto un processo psicologico notevolmente interessante. Se un paziente segue con attenzione una dieta ma non riesce a vederne i frutti potrebbe sentirsi demotivato. La dieta americana invece consente di osservare sin da subito un netto cambiamento fisico. In questo modo, ci si sentirà maggiormente incentivati a proseguire con un determinato stile alimentare. Insomma, anche in questo, la psicologia umana ha un importante ruolo.

Come riesce la dieta americana a far perdere 3KG in 3 giorni?

Come è possibile che la nuova dieta americana permetta di perdere 3KG in sole 72 ore? Bruciare i grassi in più con questa dieta è possibile alla fin dei conti basta volerlo e il gioco è fatto. Ovviamente non pensiate che la dieta americana sia una specie di rituale magico. Affinché riuscite a vedere dei sostanziali risultati è necessario seguirla alla lettera e non solo. In più si consiglia di seguire un sano allenamento fisico, poiché si sa che l’attività fisica contribuirà ad attivare il metabolismo rendendolo più ricettivo.

Dunque il consiglio è pressocché sempre lo stesso: sport + dieta. Non è detto che bisogni essere degli atleti professionisti per poter osservare dei buoni risultati. Dovrete fare lo stretto necessario affinché il vostro corpo riesca a fornirvi i feedback richiesti. Ricordando che il corpo umano è possibile dire che esso va oliato in modo giusto ed è necessario fornirgli il miglior carburante possibile. La dieta americana potrebbe dare uno scossone alle vostre abitudini alimentari rendendovi finalmente fieri dei progressi ottenuti.

Il funzionamento

La dieta americana andrebbe seguita passo per passo se si vogliono veramente ottenere i risultati sperati in cosi breve tempo. Solo cosi si va ad attivare la magia, applicata logicamente tramite l’associamento di appositi cibi combinati appositamente per dare una vera e propria scossa al metabolismo e sistema ormonale. La dieta americana, tra le altre cose, viene chiamata anche con il nome dieta del supermetabolismo.

I fondamenti della dieta americana

la dieta americana
  • La dieta americana va seguita per non oltre 3 giorni.
  • Nei giorni a seguire (di riposo o intermedi) si può ritornare ad un regime normale, mangiando ciò che si era abituati.
  • Con questa nuova dieta americana si possono perdere 2 o 3 chili. Ovviamente questa non è una promessa univoca. Ciò dipende dalla quantità di chili da perdere e dal tipo di vita che si conduce. Se si vive una vita molto sedentaria sicuramente i risultati saranno meno promettenti.
  • Se si vuole perdere ancora più peso si può ripetere lo schema 3 giorni di dieta + 4 giorni intermedi per circa 4 settimane.
  • Il programma alimentare in questione per avere successo deve essere rispettato in ogni singola sua parte. Non si può assolutamente sottovalutare il suo ordine. A tal proposito non si può invertire in alcun modo l’ordine dei pasti, non è concessa alcuna variazione.
  • I condimenti devono essere pochi e sani. Si consiglia di optare per le erbe aromatiche e le spezie. Queste daranno sapore e gusto ai vari piatti senza appesantirli.
  • Sono vietati olio e burro, ad eccezione del burro di arachidi da spalmare sul pane. Ovviamente si deve considerare che il anche quest’ultimo è un grasso, per tale motivo non bisogna assolutamente eccedere. Ma un filo di burro d’arachidi sarà concesso.
  • Al posto dello zucchero si può utilizzare il dolcificante. Molti sono contrari al dolcificante, ma in realtà, se utilizzato con parsimonia non recherà alcun danno. In ogni caso sarebbe consigliabile preferire bevande amare. Potrete assaporare il gusto del caffè amaro!
  • Infine, e fai bene attenzione a questo punto, bisogna bere almeno 2 litri d’acqua al giorno, per idratare l’organismo e favorire lo smaltimento delle tossine.

La dieta americana tre giorni e non oltre

Cosa fondamentale che in molti trascurano è che la dieta americana non si può applicare per nessuna ragione al mondo per più di un mese di seguito. Inoltre tale metodo consiste in 72 ore di dieta come già accennato poco sopra con conseguenti 4 giorni di riposo completo. Questi tre giorni devono corrispondere all’incirca ad una perdita di 2-3 chili. La dieta americana tre giorni sta riscuotendo molto successo. Stando agli esperti la cosa essenziale è seguire passo per passo tale dieta altrimenti non si avranno i risultati sperati. Logicamente la dieta si può seguire anche per più di tre giorni ma i benefici al corpo non ci saranno, anzi a rimetterci in maniera pesante sarà il benessere generale.

La dieta americana inganna il metabolismo

La dieta americana deve in particolar modo la sua efficacia all’abbinamento di qualche preciso cibo che ha la capacità di andare ad ingannare in maniera significativa il metabolismo, rendendolo di conseguenza più attivo rispetto ai classici standard e dunque idoneo a bruciare nel miglior modo possibile i grassi in eccesso. Ad esempio, il caffè grazie al suo contenuto elevato di caffeina è tanto importante per dare una scossa tangibile al metabolismo, per questa semplice motivazione non va per nessuna ragione al mondo sostituito con tisane o qualsiasi altro genere di caffè esistente. E’ consigliato tra l’altro bere come minimo tre litri di acqua al giorno per andare a depurare il corpo smaltendo le tossine.

Dieta Americana: come dividere i tre giorni per perdere 3 chili e cosa mangiare

1° Giorno

Colazione: 1 caffè o thè, mezzo pompelmo, 1 fetta di pane tostato con due cucchiai con il miele
Pranzo: 120g di tonno al naturale, una fetta di pane tostato
Cena: 100g di carne bianca, 240g di fagiolini lessi, 120g di barbabietole rosse, 1 mela e 100g di gelato al limone

2° Giorno

Colazione: 1 caffè, 1 uovo sodo, mezza banana e 1 fetta di pane tostato
Pranzo: 200g di fiocchi di latte e 1 pacchetto di cracker integrali
Cena: 2 wurstel, 240g di broccoli, 120g di carote, mezza banana e 100g di gelato alla vaniglia

3°Giorno

Colazione: 1 caffè, 1 pacchetto di cracker, 30g di formaggio gruviera e 1 mela
Pranzo: 1 uovo sodo ed una fetta di pane tostato
Cena: 120g di tonno al naturale, 240g di barbabietole rosse, 120g di cavolfiore, 2 kiwi e 100g di gelato al limone

la dieta americana

I giorni successivi: il mantenimento

Ecco i consigli da seguire per i successivi giorni:

  • fare una colazione abbondante, ricca di cereali e carboidrati; sarebbe meglio preferire cereali integrali. Ovviamente sono sconsigliati prodotti preconfezionati e troppo zuccherati. Anche durante l’acquisto dei cereali sarebbe da preferire una scelta quanto più magra sia possibile.
  • mangiare una porzione, circa 70-80 g di pasta o riso a pranzo. La pasta è essenziale. Durante il periodo di mantenimento è possibile mangiare porzioni di carboidrati a pranzo. Il consiglio è quello di non eccedere con i condimenti. Sarebbe meglio mangiare pasta asciutta.
  • assumere circa 150-200 g di proteine a cena la sera. Carne o pesce, a vostra completa discrezione.
  •  accompagnare le portate principali con abbondanti porzioni di verdura; quest’ultima vi fornirà maggiore senso di sazietà, grazie alla scelta di specifiche verdure, ricche d’acqua, sarà possibile continuare a tenere attivo il processo di dimagrimento.
  • spuntini a base di frutta, o frutta secca.
  •  limitare il consumo di sale e preferire l’uso di erbe aromatiche e spezie. Questa condizione è fondamentale. Il condimento è tutto. Si dice infatti che una delle maggiori cause di un peso non idoneo è il tipo di condimenti utilizzato.

Perché scegliere la dieta americana?

La dieta americana è senz’altro una delle diete migliori che ci siano che con il passare del tempo sta riscuotendo sempre più successo. Noi personalmente consigliamo di provarla cosi da valutare se fa al caso vostro oppure no. Ovviamente, come per qualsiasi altro tipo di regime alimentare il consiglio è quello di assicurarsi che i suoi fondamenti non entrino in contrasto con le proprie abitudini alimentari. Non potrebbe esserci nulla di peggio di recare danni al proprio metabolismo. Spesso si sente parlare di super diete che consentono di perdere molti chili in pochissimo tempo ma apportando non pochi danni. Insomma, il consiglio sarebbe quello di farsi seguire da uno specialista che possa fornire tutte le delucidazioni del caso.

Siete incuriositi da questa speciale dieta? Non vedete l’ora di provarla per testarne le capacità e gli effettivi risultati? Bene non vi resta che armarvi di pazienza e perché no, anche di creatività. Spesso si pensa che seguire una dieta sia una vera e propria tortura poiché si è costretti ad eliminare alcuni alimenti a cui tutti sono molto affezionati. Non è semplice ridurre il consumo di grassi, zuccheri e sale. Per questo motivo affinché non vi sentiate psicologicamente provati da questo tipo di diete sarebbe meglio essere molto creativi così da riuscire a contrastare eventuali deficit lungo il percorso. Se riuscirete a combinare un’alimentazione salutare ad un pizzico di fantasia potrete sicuramente trarne giovamento. La dieta americana propone proprio questo accostamento. La filosofia alla base della dieta americana promette di dimagrire senza troppa fatica e in tempi non eccessivamente lunghi.