Come pulire il forno della pizza in modo corretto

autore articolo admin data articolo 2 Ottobre 2015 commenti articolo 0 commenti

Come pulire il forno della pizza in modo corretto. Pulire il forno della pizza in modo corretto permette di avere delle pizze migliori e più sane.

Se non volete che le vostre pizze e calzoni abbiano un sapore di giornale del giorno prima, o un forno che consumi troppo, si dovrebbero utilizzare i giusti accorgimenti per pulire il forno della pizza.

Come pulire il forno della pizza in modo corretto: che cosa serve per effettuare la pulizia:

Guanti
Grembiule
Lucidante per acciaio inox atossico
Pennello / spatola per la pulire il forno della pizza
Asciugamani
Pennello a mano e paletta per la polvere

Pulizia di un Forno a Ripiani per Pizza

Come tutti i pizzaioli sanno, occorre pulire il forno della pizza ogni giorno. Questo compito è abbastanza semplice: basta rimuovere eventuali residui o detriti da sotto le porte dei forni con una piccola scopa o una spazzola.

Ma si dovrebbe anche effettuare una pulizia completa settimanale, in particolare per i ripiani in pietra. In questo modo le vostre pizze non avranno alcun sapore indesiderato e le prestazioni del vostro forno non ne soffriranno.

Procedimento:

  1. Innanzi tutto, dovrete lasciare il forno a raffreddare. Non tentate mai di utilizzare le nostre soluzioni di pulizia su una superficie calda. Ciò previene gravi ustioni.
  2. Indossate guanti e grembiule.
  3. Per pulire la parte esterna del forno, prendete uno straccio e tamponate su di esso un po’ di detersivo per acciaio inossidabile. Questo pulitore contribuirà a rimuovere qualsiasi alone da calore o scolorimento. Per dare veramente al forno una grande brillantezza, mettete del lucido per acciaio o, se si desidera utilizzare una soluzione a base di olio d’oliva biologico su un panno e strofinate un po’ su quelle macchie opache del vostro forno.
  4. Utilizzate su cenere, fuliggine e altri detriti presenti sulle vostre pietre di cottura il raschietto e utilizzate la spazzola metallica sul lato opposto per staccare eventuali residui ostinati. Quando avete finito questa operazione, raccogliete i detriti con il pennello e la paletta per la polvere.
  5. E ‘importante non usare mai acqua o altri liquidi per pulire la superficie della pietra. Se il piano di cottura di pietra assorbisse il liquido, potrebbe anche spaccarsi quando esposta al calore elevato del forno.
READ  Gestire il magazzino di un ristorante

Pulizia di un Forno con Nastro Trasportatore

I forni a stastro offrono una grande efficienza. Pulirli però può comportare un po’ di lavoro di routine. In quanto forno per la pizza, vorrete sicuramente garantire che il vostro forno sia il più pulito possibile, per conservare la qualità delle vostre pizze. I forni a nastro hanno un sacco di componenti, il che significa che ci sono più posti per le briciole, formaggio fuso e altri detriti della pizza dove perdersi.

Procedimento:

  1. Scollegare il forno. Questo lavoro è già abbastanza difficile, senza la minaccia di prendere una scossa.
  2. Staccare il nastro trasportatore. Consigliamo di consultare il manuale operativo del vostro forno per capire come farlo correttamente. Quando il nastro è stato rimosso, spruzzate del pulitore atossico per forni sul nastro e lasciate riposare per venti minuti.
  3. Mentre il prodotto per la pulizia agisce sulla superficie del nastro, aprite le porte del forno a legna e rimuovete i grandi pezzi rettangolari di metallo che si trovano sopra e sotto il nastro trasportatore. Di solito ci si dovrà concentrarsi solo sulla pulizia delle pinze inferiori in quanto di solito diventano le più sporche a causa degli scoli del formaggio, briciole e ingredienti per la pizza. Si consiglia di pulire le prime pinze una o due volte l’anno.
  4. Quando tutte le pinze vengono rimosse, spruzzatele sempre con del prodotto per la pulitura del forno e permettere loro di subire il suo effetto per venti minuti.
  5. Mentre il prodotto agisce sul nastro trasportatore e le pinze, andate avanti e aspirate i detriti rimanenti presenti all’interno del forno.
  6. Una volta che l’interno è pulito, si può agire sulla parte esterna del forno con lo smalto per acciaio inox o olio d’oliva. Inoltre, non dimenticate di pulire le finestre e le porte del vostro forno in quanto attirano anche un sacco di materiale delle pizze.
  7. Prendete la vostra spazzola metallica e ripulite il nastro trasportatore e le pinze, una volta che i venti minuti sono scaduti. Quando raggiungono la pulizia desiderata, sciacquateli accuratamente e lasciateli fuori ad asciugare, poi re-installare all’interno le pinze al loro posto all’interno del forno.
  8. Ora che il forno è stato rimesso insieme, assicuratevi di pulire la griglia della scatola di controllo con una spazzola metallica. Non utilizzate mai un detergente liquido; non vorrete di certo cortocircuitare i componenti elettrici del forno della pizza.
READ  Come aprire una creperia

Pulire il forno per la pizza con cassetto svuotatore

Esistono poi i forni da banco. Se ne avete uno, potete pulirlo allo stesso modo dei loro fratelli più grandi, ma su una scala molto più piccola. Molti di questi forni dispongono di vassoi per briciole rimovibili che rendono il compito di pulire il forno della pizza ancora più facile.

Una cura e una manutenzione adeguata può allungare la durata dei forni per pizza. Anche se può sembrare un lavoro di routine orribile, prendendovi tutto il tempo necessario per le pulire il forno della pizza ogni settimana e giorno vi impedirà di dover sborsare denaro per un nuovo forno su base annua. Inoltre, darà alle vostre pizze un gran gusto, anche dopo molteplici utilizzi.

Forno a legna: quali sono le parti che vanno pulite maggiormente?

Anche il forno a legna come gli altri va pulito in maniera impeccabile. Una delle tante domande che si pongono molte persone è questa: quali parti vanno pulite con maggior attenzione? Andiamo a scoprirlo insieme passo per passo.

Ogni forno è ovviamente diverso, in particolar modo in questo caso se si parla di forni a legna in muratura fatti moltissimo tempo fa. In linea di massima, le parti che compongono un comune forno a legna sono le seguenti riportate qui sotto e sono le più complicate da pulire:

  • La camera del forno e la volta
  • Bocca del forno e sportello di ferro
  • Cappa o ciminiera più camera del forno e volta che chiude dall’alto la camera di cottura

Analizzando con attenzione la ciminiera o cappa del forno a legna di solito è corta: è una canna fumaria che non va assolutamente a comunicare con la camera del forno ma è situata sopra la bocca di esso.

La bocca del forno, per chi fino a questo momento non ne era a conoscenza, è senz’altro la parte più complicata e delicata da pulire, cosi come lo sportello di ferro.

Per pulire in maniera efficace un forno a legna senza riscontrare successivamente nessun genere di problema è consigliato evitare i seguenti prodotti:

  • Detersivi;
  • Spazzole di plastica o scope.
READ  Intervista all’Albergo Ristorante Olimpia di Abbadia San Salvatore

Eventualmente per pulire un forno a legna potete utilizzare:

  • Scope, spazzole di saccina o Fascine
  • Sacchi di juta o Stracci con tessuto naturale privi di tinture

Come pulire il forno a legna in maniera efficace

La pulizia di un forno a legna inizia inevitabilmente dalla cappa. La pulizia di essa si esegue facendo affidamento ad un kit apposito formato da spazzole che hanno il compito principale di eliminare la fuliggine che si accumula con il passare del tempo.

Quando si va a pulire la ciminiera del forno, mettete dei giorni a livello della mandata situata nella camera di cottura. Agendo in questa maniera, la fuliggine presente che andrete ad eliminare cadrò sui giornali e di conseguenza sarà di gran lunga più semplice smaltire il tutto.

Tramite una comune lampada che emani una buona luce, controllare che la volta del forno a legna sia integra e non abbia alcuna crepa. Eventuali mattoni facilmente visibili non devono assolutamente essere abbassati ma allineati rispetto ad ogni curvatura prevista dalla volta.

Proseguendo, usufruendo in questo caso di una torcia cominciate a spazzolare la volta per rimuovere la fuliggine, ovviamente se presente. Per quanto riguarda invece la camera di cottura, sia fra una cottura e l’altra che la pulizia consueta giornaliera, si fa usando una tradizionale scopa di saggine.

Conclusioni

Per terminare in maniera perfetta il lavoro di pulizia di un forno a legna, avvolgete eventualmente intorno a un spingibraci un panno di cottone leggermente bagnato di acqua. Passate il panno su tutte le superficie che volete pulire: il panno in questione andrà a catturare le fuliggine e cenere rimasta.

La procedura che vi abbiamo appena descritto potete utilizzarla tranquillamente anche per poter pulire il forno fra una cottura e l’altra.

In conclusione, se per le vostra attività avete bisogno di una mano ad oggi esistono tantissimi gestionali che svolgono gran parte del lavoro per voi. Noi personalmente vi consigliamo di scaricare Ristomanager che potete trovare al seguente indirizzo. Davvero tante le caratteristiche e funzioni proposte. Scopritelo anche voi scaricandolo e non ve ne pentirete.