Abbigliamento ristorazione: Quali soluzioni scegliere?

autore articolo Lucia Di Noi data articolo 26 Settembre 2019 commenti articolo 0 commenti

L’abbigliamento nella ristorazione costituisce sicuramente un elemento importante dell’aspetto generale dello vostra attività. Lo staff del vostro locale deve essere curato e in linea con lo stile del posto. Ecco qualche consiglio.

Lo stile

Le divise dei dipendenti parlano anche della personalità dell’azienda. Se possedete un ristorante molto sofisticato, è consigliabile optare per delle camicie con il nome del vostro locale ricamato.

Se invece gestite un bar è preferibile un abbigliamento più informale. Le t-shirt personalizzate sono sempre una buona soluzione in questi casi.

Il colore trasmette immediatamente la personalità del posto. Pensate ai classici bianco e nero per un locale elegante. Se invece avete una sala dove bere caffè e lavorare al computer,potreste scegliere i colori pastello.

Provate a stampare sulla t-shirt qualcosa che coinvolga gli avventori. Una domanda simpatica, un indovinello, una barzelletta. Fate parlare di voi!

Ricordate comunque che i vostri dipendenti devono sentirsi a proprio agio. Valorizzate l’abbigliamento del vostro staff personalizzandolo con i nomi del vostro team. Consenti ai tuoi dipendenti partecipare alla scelta.

Abbigliamento ristorazione: La normativa

Nel mondo della ristorazione, l’abbigliamento è fondamentale anche per la prevenzione dei rischi. Il rispetto delle norme igieniche, in cucina, è essenziale per la tutela dei clienti.

Il riferimento normativo a tal proposito è costituito dal decreto legislativo 626. La legge stabilisce, per esempio, che chi lavora nei cantieri edili deve avere le scarpe anti-infortunistiche. Mentre chi tratta i prodotti alimentari deve indossare i guanti. Le persone che lavorano nei cantieri stradali necessitano di indumenti fluorescenti per la visibilità.

Nella ristorazione

Il classico cappello da chef non è solo un vezzo ma protegge da possibili vampate di fornelli o fonti di calore molto intense.

In cucina, inoltre, devono essere rispettate tutte le regole per l’igiene personale. I lavoratori devono privarsi di anelli, bracciali e ogni altro tipo di gioiello. Questi oggetti potrebbero impedire un accurata pulizia delle mani. Inoltre, possono essere portatori di batteri.

Le divise da lavoro devono sempre essere indossate sul posto di lavoro pulite e fresche. Il celebre certificato HACCP attesta anche le condizioni igieniche dei lavoratori presenti. L’utilizzo di cuffie è fondamentale mentre le unghie devono essere corte per non favorire la proliferazione dei germi.

Il cotone costituisce la scelta migliore. E’ traspirante e quindi ideale per ambienti in cui le temperature possono essere molto elevate data la presenza di fonti di calore.

Se vuoi altre informazioni sulla gestione della tua attività clicca qui.

Abbigliamento ristorazione: Quali soluzioni scegliere? ultima modifica: 2019-09-26T16:25:20+02:00 da Lucia Di Noi