Tipi di ristoranti: dalle trattorie ai bistrot

autore articolo Veronica Balzano data articolo 7 Ottobre 2020 commenti articolo 0 commenti

Tipi di ristoranti. Alcune delle migliori tipologie di ristorazione per vivere un’esperienza culinaria singolare e caratteristica. Si potrà optare per una proposta più commerciale o tradizionale, oppure preferire una scelta più innovativa. In questo contesto ci si riferisce ad una possibilità gastronomica molto più moderna volta ad accontentare coloro che vogliono sperimentare nuove tecniche di cucina. Ma allo stesso tempo tra le strutture operanti nel settore della ristorazione più all’avanguardia si distinguono anche alcune tipologie ristorative molto più alla moda. Non si tratta tanto infatti di fornire un’esperienza gastronomica con i fiocchi quanto di accontentare la classica richiesta dei clienti. Ecco allora che si sviluppano tanti ristoranti che abbracciano una filosofia più industriale che di piccola impresa. Ma capiamo insieme a cosa ci riferiamo.

Prima di addentrarci in questo tipo di classificazione sarebbe meglio iniziare proponendo una definizione in materia gastronomica tra due realtà ristorative di base. Si tratta di una macro definizione che evidenzia due grandi tipologie ristorative. Ci riferiamo alla distinzione tra ristorazione commerciale e ristorazione collettiva. Capiamo quale sia il significato di ciascuna forma di settore ristorativo.

Ristorazione commerciale e collettiva

Questa è una premessa che è importante fare poiché è alla base di qualsiasi settorializzazione in campo gastronomico. Quando parliamo di ristorazione commerciale facciamo riferimento ad un tipo di ristorazione aperta al pubblico il cui scopo è quello di offrire un servizio ai clienti i quali consumano le bevande e i cibi nel medesimo posto in cui essi sono preparati. Si tratta di esercizi commerciali aperti al pubblico. In particolare si distinguono diverse tipologie di ristorazione commerciale: quella alberghiera, quella tradizionale, quella veloce, quella agrituristica, e quella viaggiante offerta su servizi arei o ferroviari o ancora su servizi di navigazione. Nel concetto di ristorazione tradizionale rientrano a pieno titolo i bistrot, le pizzerie, e le osterie ( di cui parleremo dopo). Per ristorazione veloce invece si intende una forma di neo-ristorazione proposta in un ambiente molto più spartano, e questo tipo di ristorazione si distingue a sua volta tra ristorazione intermedia e rapida. In ogni caso si fa riferimento ad un tipo di servizio veloce, pratico e funzionale. Bar e fast food rientrano a pieno titolo all’interno di questa categorizzazione.

Quando invece si parla di ristorazione collettiva ci si riferisce invece alla distinzione tra catering e banqueting.

Tipi di ristoranti: quali scegliere?

A seconda di quale sia il vostro gusto personale potrete scegliere di gustare un pranzo o una cena in un ristorante più o meno elegante caratterizzato da un’offerta culinaria diversa di volta in volta. In base alle proprie esigenze e ai propri gusti è possibile scegliere se recarsi in un ristorante elegante che propone pasti a base di carne o pesce, oppure preferire un ristorante più casereccio che offre ai commensali una cucina rustica.

Oltre a queste due grandi categorie di ristoranti è possibile recarsi presso altrettanti tipi di locali. Negli ultimi tempi infatti, l’offerta culinaria sempre essere di gran lunga aumentata. Oggi è possibile mangiare in locali che si preoccupano di offrire cibi vegani o vegetariani ove tutto ciò che viene servito rispetta determinati tipi di standard. Nonostante ciò la nostr analisi vuole principalmente soffermarsi su due grandi macro categorie di ristoranti: le trattorie e i bistrot.

Tipi di ristoranti: trattorie

In questo caso ci si riferisce a locali spartani e semplici, la maggior parte delle volte allestiti in modo molto rustico, la cui caratteristica culinaria consiste nell’offerta di pietanze tipiche della tradizione del luogo. Ogni località presenta tipici prodotti e per tale motivo, ogni trattoria propone la sua speciale interpretazione di un piatto re.

tipi di ristoranti

Generalmente le trattorie rientrano tra quei tipi di ristoranti che propongono una cucina genuina e semplice a prezzi abbastanza contenuti. Spesso tali locali sono a conduzione familiare e le ricette proposte all’interno dei menù vengono tramandate di generazione in generazione.

I bistrot

Un concetto molto più moderno e all’avanguardia. Il bistrot nasce come un locale più elegante dai tratti minimal, in grado di offrire un’esperienza culinaria più ricercata. Spesso i piatti proposti all’interno dei menù sono frutto di studi ed elaborazioni personali degli chef che propongono rivisitazioni di grandi classici. Porzioni più striminzite e prezzi molto meno invitanti caratterizzano i bistrot. L’atmosfera che si respira in questo tipo di locale è sicuramente più elegante rispetto a quella tipica della trattoria. L’arredamento è più ricercato e si presuppone che anche il servizio sia di livello superiore rispetto a quello proposto all’interno di una qualsiasi trattoria.

tipi di ristoranti

I pro e i contro dei vari tipi di ristoranti

A parità di merito potremmo affermare che entrambe le proposte sono valide e meritano rispetto. Saranno i gusti personali dei clienti a definire le loro preferenze. Nel caso in cui si voglia mangiare un bel piatto di pasta, abbondante e ad un prezzo contenuto si consiglia di recarsi in una trattoria. Nel caso in cui invece si voglia assaporare una pietanza particolare realizzata con ingredienti ricercati assemblati in modo unico. Quindi da un lato si potrà assaporare tutto il gusto della tradizione mentre dall’altro lato si potrà scegliere la qualità e la raffinatezza di pietanze esclusive.