Statistiche ristorazione italiana: cosa dicono i dati?

Veronica Balzano 27 Maggio 2022 0 commenti

Statistiche ristorazione italiana. In Italia sono circa 220.000 le imprese italiane che si occupano di ristorazione. Questo sembra essere un settore sempre prolifero nonostante le battute di arresto degli ultimi anni causa emergenza sanitaria. Il numero che forniscono i dati non comprende i Bar, ma solo alcune tipologie di ristorazione tra cui ristoranti e pizzerie il cui fatturato complessivo sembra aggirarsi attorno ai 70 miliardi di euro all’anno. In seguito alla crisi sembra che le sorti del mercato della ristorazione si siano ristabilite; infatti seppur si è vissuto un periodo difficile, ad oggi è possibile parlare della ristorazione come uno dei motori che muove l’economia della nazione. Numerose sono le indagini che vengono compiute in questo ambito.

Durante l’anno vengono raccolti sia i dati provenienti dalle strutture convenzionate sia i risultati dei sondaggi effettuati sul pubblico dei consumatori per ogni singola regione italiana.

Indicatori statistiche ristorazione italiana

Statistiche ristorazione italiana

Statistiche ristorazione italiana

I dati fondamentali sono raccolti e poi suddivisi per categorie di settore e sono riconducibili ai seguenti punti:

Indicatori per i professionisti

A. Bilancio economico rispetto ai periodi precedenti e Previsioni sull’andamento economico futuro.

B. Turn Over di personale e Plus Points e Out Points dei collaboratori.

C. Utilizzo di : Software di Amministrazione, Gestione Promozione e Marketing.

D. Percezione delle problematiche del settore e Aree specifiche su cui si richiede interventi da Associazioni di Categoria.

E. Cambiamenti sui trends e desideri del pubblico.

Indicatori per il pubblico

A. Abitudini di acquisto cibo pronto fuori casa e media spesa.

B. Tipologia di attività ristorative utilizzate maggiormente.

C. Out Points e Plus Points delle attività.

D. Desideri e Necessità specifiche.

La ristorazione italiana all’estero

Statistiche ristorazione italiana

La cucina italiana è un vero valore, noto e amato in tutto il mondo. Non è una sorpresa infatti che questa tipologia di cucina sia tra le più amate e apprezzate che ci siano. Porta con sé lunghe e calde tradizioni. La dieta mediterranea nasce proprio dall’Italia e dalle sue tradizioni culinarie. Al di fuori della nazione è possibile trovare oltre 90.000 imprese registrate che si definiscono italiane.

Qui è possibile riscontrare come questo mercato sia in continuo sviluppo, poiché propone una serie di progetti innovativi e sempre apprezzati che mettono in mostra l’esempio italiano in questo contesto specifico. La ristorazione italiana all’estero sembra infatti non portare solo nuova linfa sotto il punto di vista culturale, ma anche nuove modalità di concepire l’economia. Infatti, risulta necessario analizzare con attenzione anche i dati provenienti dall’estero, proprio per capire che tipo di risposta fornisce l’Italia in un contesto competitivo.

La ristorazione infatti si basa sui numeri. Detto ciò è possibile fornire materiale necessario al compimento di un’analisi completa e soddisfacente.

Potremmo partire dall’analisi di un singolo ristorante così da fornire i giusti elementi per compiere una ricerca approfondita e perché no, migliorare le condizioni future del ristorante.

Occhio ai numeri: qualche consiglio

Statistiche ristorazione italiana

Statistiche ristorazione italiana

  • Analizzare i prodotti più venduti potrebbe essere un ottimo punto di partenza. E’ necessario conoscere quali siano i cavalli di battaglia del tuo ristorante poiché così saprai anche quali sono i prodotti da cui proviene la maggior parte dei tuoi guadagni.
  • Le vendite, indicano sempre una tendenza nel bene o nel male.

Le vendite rappresentano infatti la manifestazione di quello che il tuo ristorante è in grado di offrirti. Sia che forniscano dei dati positivi sia che forniscano dei dati negativi, le analisi delle vendite sono in grado di aiutare un ristoratore a scegliere che linea seguire per il futuro della propria attività.

  • La prima cosa che devi fare è imparare a leggere i numeri della tua attività. Riuscendo a fare ciò potresti riuscire a effettuare un bilancio chiaro e netto. Partendo da quest’analisi dei costi potresti poi essere in grado di fornire nuovo materiale al tuo ristorante. Il tuo obiettivo deve essere quello di differenziarti rispetto agli altri. Per questo motivo il consiglio non è certo quello di aumentare il food cost, piuttosto è quello di canalizzare le proprie energie in modo funzionale e proficuo.

Ti potrebbe interessare anche: Bilancio ristorante: come eseguire l’analisi al meglio