Ristorazione veloce: in cosa consiste?

Veronica Balzano 17 Maggio 2022 0 commenti

Ristorazione veloce. La ristorazione veloce, oggi conosciuta in tutto il mondo come fast food, è una parte importante dei mercati internazionali e italiani di oggi.
Analizza il catering per fast food per comprenderne le caratteristiche e il significato principali, la storia, il paese di numerosi franchising di fast food e il loro sviluppo nel mercato odierno.

Il fast food, come suggerisce il nome, è un tipo di ristorazione fast  che può essere consumato e cucinato, ed è caratterizzato dall’offerta generalmente di prezzi e servizi molto bassi.
I pasti tipici dei fast food tendono ad essere molto ricchi di calorie, grassi e zuccheri e contengono pochi altri nutrienti. Gli alimenti migliori per questo tipo di cibo sono principalmente hamburger, panini, pizze, patatine fritte, pollo fritto, hot dog, spiedini e altri tipi di patatine fritte per la loro preparazione veloce, il basso costo delle materie prime e il gusto generalmente accettato. 

Il fast food è sempre stato rivolto soprattutto ai giovani, ma negli ultimi anni è diventato molto popolare tra persone di tutte le età, grazie ai ritmi di vita frenetici, ai tempi limitati e ai budget ridotti per mangiare fuori. 

Ristorazione veloce: un po’ di storia

Ristorazione veloce

Il fast food è sempre esistito nei pub, nei ristoranti e nei venditori ambulanti che vendono panini. Tuttavia, il fast food come lo conosciamo oggi non è diventato popolare fino all’inizio degli anni ’50.
La diffusione del fast food e il concetto stesso sono strettamente legati allo sviluppo delle città. Infatti mangiare fuori negli Stati Uniti, nel dopoguerra, un tempo un lusso offerto a pochi, è diventato sempre più comune e spesso una necessità. Ed è proprio in questo periodo che nascono le prime proposte di cibo veloce e soprattutto economico, che riscuotono subito un grande successo.

Il primo vero fast food in America risale agli anni ’50. Tuttavia, il primo fast food di base è nato negli Stati Uniti all’inizio del 1900.
Considerato da molti il ​​primo vero fast food, McDonald’s è senza dubbio un co-contributore e responsabile della diffusione internazionale di questo tipo di ristorante, e oggi, insieme a Burger King, è uno dei più grandi tycoon del settore.

Ristorazione veloce

Tuttavia, il primo fast food ad essere considerato tale è stato il bar Avtomat, che prepara pasti da asporto e da asporto che possono essere acquistati utilizzando un sistema simile ai distributori automatici di oggi. La prima vera catena di fast food è stata White Castle, famosa per il suo Square Burger.
White Castle è un vero pioniere nel settore della ristorazione veloce come lo conosciamo oggi, ed è stato il primo a standardizzare la preparazione dei panini utilizzando una catena di produzione che aumenta la quantità e riduce i tempi di preparazione.

Il fast food oggi ha subito grandi cambiamenti. Se è vero che l’Europa ha sempre prestato molta più attenzione alla qualità e alla salute degli alimenti e degli ingredienti rispetto agli Stati Uniti, anche nei fast food, oggi si può parlare di un trend più salutare nel settore dei fast food a livello internazionale.
Un numero crescente di fast food e catene di fast food offre una varietà di menu salutari, tra cui frutta e verdura, insalate, opzioni vegane e senza glutine e pasti leggeri e ipocalorici, con un’enfasi su prodotti biologici accuratamente selezionati, sicuri e ingredienti controllati.

Catene di ristorazione veloce

Ristorazione veloce

La nascita della prima catena di fast food è strettamente legata alla nascita del franchising, ei due settori si alimentano a vicenda.
La nascita delle prime vere catene di franchising come le conosciamo oggi risale agli anni ’50 negli Stati Uniti. Le catene di fast food sono state le prime a utilizzare il sistema di franchising. I fast food americani hanno saputo ottenere una distribuzione ampia e capillare a livello internazionale attraverso il franchising, esportando fast food da un lato e beneficiando dall’altro delle formule commerciali utilizzate.

Ancora oggi la diffusione del fast food non fa un passo avanti. Infatti, l’aumento dei pasti fuori sede italiani e non italiani negli ultimi anni ha contribuito a un aumento significativo del numero di ristoranti fast food di ogni genere e luogo, principalmente centri commerciali.
Il franchising ha giocato un ruolo fondamentale nella nascita e diffusione del fast food moderno. Questo sistema è un sistema in grado di diffondere rapidamente molte nuove catene emergenti disperdendo l’onere economico e amministrativo sul franchising.

Ultimi trend

Ma cosa caratterizza il fast food oggi? Se non richiesto, gli elementi comuni sono:
Basso costo, ma non necessariamente basso. Mobili funzionali per il movimento delle persone, curati nei minimi dettagli, ma non eleganti. Coerenza con la rete in franchising (ma non necessariamente) I tempi di attesa sono minimi. Grandi campagne di marketing che controllano velocità, convenienza e qualità (spesso attraverso partnership di alto livello con marchi o chef noti).

Ristorazione veloce

Ci sono ancora i classici fast food nel mercato di oggi, inclusi hamburger e patatine, pizza e cibi fritti. Tuttavia, negli ultimi decenni, le nuove categorie di fast food create dalle tendenze sanitarie del mercato e dalla crescente consapevolezza e responsabilità alimentare dei consumatori stanno mostrando risultati sempre più interessanti.
In particolare, sono comuni i fast food di strada e il cibo di strada, caratterizzati da cibi facili da mangiare mentre si cammina.

Anche i percorsi di fast food carrellati e i piccoli chioschi dislocati in zone strategiche (parchi, spiagge, centri commerciali, ecc.) riscuotono sempre più successo. Infine, una nuova forma di fast food è il fast casual food o fast food, che presta particolare attenzione alla qualità e alla freschezza degli ingredienti nonostante il servizio minimo, i prezzi bassi e il fast food.

Il menu offre cibi sani a base di ingredienti di qualità (km 0, biologici, freschi, ecc.), opzioni vegane e vegetariane, opzioni senza glutine per celiaci, opzioni ipocaloriche e light, opzioni adatte a persone con altre allergie o intolleranze.

In poche parole, un modello pensato per rispondere a chi ha poco tempo, a chi vuole essere un po’ birichino e ai giovanissimi che spesso cercano cibo quantificabile, saziante, delizioso e conveniente!

Ti potrebbe interessare anche: Catene di fast food in Italia. Mangiare al volo