Ricetta pancake

autore articolo Veronica Balzano data articolo 2 Agosto 2021 commenti articolo 0 commenti

I pancake sono un dolce tipico americano super diffuso per la prima colazione. Si tratta di golose specie di frittelle che vengono guarnite con un qualsiasi tipo di topping: sia esso alla frutta o a crema. Belli e invitanti, i pancake si posizionano alla perfezione su qualsiasi tavola imbandita americana, ma non solo. Oggi sono super diffusi ovunque per il loro gusto e la loro capacità di saziare e dare energia. Esiste certamente una ricetta pancake originale dalla quale prendono spunto tante altre varianti di ricette. Prima di passare ad illustrare la ricetta pancake originale, vogliamo fornire qualche informazione in più circa le origini di questo delizioso dolce. A dispetto di quanto pensano in molti, i primi pancake non hanno origini americane, ma piuttosto provengono dall’antica Grecia.

La storia dei pancake

Frittelle morbide e golose da posizionare l’una sull’altra guarnite con del burro sciolto, marmellate di frutta, frutti freschi e creme al cioccolato e panna; questi i meravigliosi pancake tanto famosi in America. Si tratta di una lauta colazione o di un brunch, questi dolci non possono mancare.

Si pensa allora che il luogo di origine di tali frittelle sia proprio l’America stessa. Invece stupirà scoprire che, secondo alcune ricerche, la ricetta pancake proviene dall’Antica Grecia. Scopriamone qualcosa in più.

Una delle prime volte in cui apparve questo dolce a base di acqua, farina e olio d’oliva, fu nel 500 a.C. quando due commediografi raccontarono di queste frittelle cotte e tonde guarnite con miele, perfette per la prima colazione. I greci chiamavano questo dolce con il nome di teganites, che nasceva dal tipo di tegame nel quale questa frittelle venivano preparate. Secondo alcune ricerche tali teganites non sarebbero altro che gli antenati dei conosciutissimi pancake.

Ecco chiarito allora che la ricetta dei pancake non sia nata proprio nel mondo anglosassone. Sicuramente in America i pancake hanno avuto una grande diffusione in diverse forme e tipologie. Se infatti vi state chiedendo come abbia fatto un dolce greco a raggiungere l’America e consolidarsi come tipico alimento da colazione, siete finiti nel posto giusto.

Ricetta pancake

Diffusione ricetta pancake

Spesso accadeva che alcune ricette greche venissero assimilate dai romani che fornivano loro un nuovo carattere. Questo è quanto accade anche ai teganites. Sembra infatti che i patrizi fossero super affascinati da una versione speciale dei teganites. Si trattava di frittelle tonde e morbide, cotte e condite con una miscela di spezie. Inizialmente i pancake mancavano di un unico elemento: un agente lievitante. Senza lievito i pancake avevano più che altro l’aspetto delle moderne crepe, sottili ma ugualmente deliziose. Fu così che queste frittelle senza lievito iniziarono a diffondersi in giro per l’Europa. Presso le isole britanniche si iniziò ad utilizzare la parola pancake, ma siamo ancora ben lontani dal tipo di frittelle tipiche americane. In Olanda ad esempio ci sono i pannekoek che vengono serviti l’uno sull’altro con una spolverata di zucchero a velo.

Ricetta pancake americani

La ricetta dei pancake americani tradizionali, rispetto alle ricette delle varie altre proposte di “pancake” presenta al suo interno il lievito. Tale elemento rende i pancake più soffici e morbidi. L’aspetto dei pancake americani è infatti inconfondibile; si tratta di frittelle gonfie e morbide super dolci e deliziose. Si dice che tali dolcetti da colazione erano tra i preferiti di Thomas Jefferson. Tra le prime versioni di queste frittelle vi erano quelle realizzate con la farina di mais o di grano saraceno. I pancake americani sono conosciuti per la loro forma rotonda soffice e possono essere guarnite con diverse tipologie di topping.

Gli ingredienti tradizionali per la ricetta classica dei pancake americani è costituita da:

  • latte
  • farina
  • uova
  • burro
  • zucchero
  • lievito q.b.

Tutti questi ingredienti vengono mescolati fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Per quanto riguarda la preparazione di queste frittelle è necessario cuocerle su di una padella ben calda.

Insomma, i pancake entrano pienamente tra i cibi americani più diffusi. Queste deliziose frittelle sono infatti spesso annoverate tra i piatti più conosciuti e amati negli Stati Uniti. Si tratta ovviamente di un alimento super calorico, ma allo stesso tempo super goloso.

Si sa infatti che la maggior parte della cucina americana tende ad essere molto calorica, ecco perché, anche i pancake sono, nella loro versione tradizionale, super golosi. Ovviamente tali frittelle possono essere preparate in tantissimi modi diversi. Esistono infatti diverse possibilità di preparazione dei pancake, si può spaziare da preparazioni tradizionali a preparazioni proteiche a preparazioni molto più “salutari”. Tra poco vedremo qualche variante di pancake e qualche ricetta pancake originale da non perdere.

Ora che sappiamo come nascono queste deliziose frittelle siamo pronti per assaporare tutto il gusto di questi pancake. Voi quale versione preferite? Volete assaggiare i pancake tradizionali americani super golosi e calorici, oppure volte optare per una proposta molto più sana e leggera?

Vediamo insieme qualche proposta di ricetta da non lasciarsi scappare!

La ricetta della tradizione

Dopo aver parlato della loro storia, è giunto il momento di parlare della ricetta dei pancake. Si dice che la ricetta dei pancake classica e quindi più tradizionale sia la migliore. Molto dipende dai gusti di ognuno di noi. Logicamente, gli ingredienti classici descrivono anche lo spirito americano che c’è dietro i pancake  e la loro storia. Vediamola nel dettaglio:

Pancake: ricetta tradizionale americana super facile!

I pancake sono un dolce da colazione tipicamente americano. La ricetta tradizionale è stata più volte rivisitata anche dai mihgliori chef di tutto il mondo. Ecco tutti gli ongredienti per gustare i pancake con tutti i sapori dettati dalla tradizione:

Ingredienti per realizzare il composto:

  • 2 uova
  • 250 ml
  • un cucchiaio di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di vanillina
  • 200 g Farina 00
  • 3 cucchiai di Olio di girasole
  • 3 cucchiaini di Lievito in polvere per dolci
  • 1 pizzico di bicarbonato di sodio
  • 4 cucchiai di acqua

Cuocere e farcire

Adesso passiamo agli ingredienti che ci servono per farcire i nostri pancake. Questi dolci, infatti, sono delle golose frittelle che possono essere decorate come si vuole. Sono coloratissimi e fanno la loro bella figura se serviti in un’alzatina e decorate con colori pastello o sgarcianti. Sono dei dolci che oltre alla colazione si prestano anche per le feste dei bambini. Ecco gli ingredienti che ci serviranno  per la loro decorazione e il procedimento per la loro cottura.

Ingredienti per la farcitura:

  • Burro
  • Mile
  • Yogurth
  • Nutella
  • Sciroppo
  • Panna Montata
  • Sciroppo d’acero

Come possiamo vedere, gli ingredienti che possiamo utilizzare per la farcitura dei pancake sono molteplici! Sono tutti ingredienti della tradizione anche se forse quello che abbiamo visto di più nelle serie tv americane è certamente il celebre sciroppo d’acero! Adesso passiamo a spiegare tutto il procedimento e la preparazione di queste golose frittelle americane!

La preparazione nel dettaglio

ricetta pancake

Prendere una scodella abbastanza capiente, mescolare prima di tutto gli ingredienti “solidi” amalgamandoli bene. Gli ingredienti solidi in questo caso saranno la farina, Il lievito per dolci, bicarbonato, vanillina, sale e zucchero. Poi preocedere con gli ingredienti più liquidi come le uova che serviranno da “collante” per tutto l’impasto. Per le uova procedere in questo modo:

  • Separare i tuorli dagli albumi.
  • Semi montare gli albumi  in modo da poterli amalgamare all’impasto molto rapidamente  prevenendo in questo modo la formazione di eventuali grumi.

In un’altra scodella grande, sbattere un pò i tuorli. In seguito, aggiungere latte e olio e amalgamarli ai tuorli in modo da ottenere un composto compatto, uniforme e liscio.

Ancora…

  • Versare nei tuorli farina, zucchero, lievito per dolci, sale, bicarbonato e vanillina mescolando velocemente il composto avendo cura che non si formino grumi.
  • Unire al composto gli albumi semi montati mescolando delicatamente per evitare di smontare tutto l’impasto compromettendo il risultato finale.

Far riposare in frigorifero il composto dei pancakes per 15 minuti prima di utilizzarlo.

Dopo averlo fatto riposare, bisogna togliere  dal frigo l’impasto  dei pancakes americani originali, aggiungere l’acqua che non deve essere né troppo calda né troppo fredda e mescolare delicatamente per non smontarlo.

Se ti piace questa ricetta prova a preparare i pancake! Piaceranno a tutti grandi e  piccini

La cottura dei pancake americani seconda la ricetta della tradizione

Riscaldare una pentola antiaderente del diametro di circa 10 centimetri, ungerla con un po’ di burro e versare al suo interno 4-5 cucchiai di preparato per pancakes in modo da ottenere un disco dello spessore di 5 mm.

Cuocere il pancake a fuoco medio-basso per evitare di bruciarlo o ottenere una cottura non uniforme. Lasciare cuocere il composto  fino a che non si formeranno delle bolle e la parte superiore non risulterà asciutta. A quel punto capovolgere il pancake americano e cuocerlo anche dall’altro lato fino a che non scurisce. Passare poi il pancake su un vassoio. Lo stesso procedimento deve essere ripetuto  per tutti i pancakes americani originali, spennellando ogni volta la padella con il burro.

Farcire i pancake

Come abbiamo già detto detto, possiamo sbizzarrirci  per quanto riguarda la farcitura. Il consiglio è quello di  farcire i pancakes solo al momento di servire.

La ricetta della tradizone americana prevede una colata, sulla superficie dei pancakes stessi, di sciroppo di acero. Altri ingredienti che possono essere utilizzati e che sono anche accettati dalla ricetta originale della tradizione americana sono quelli che abbiamo citato all’inizio. Si può sostituire lo sciroppo di acero con del miele, sciroppo di agave, malto d’orzo, salsa al caramello o altro topping semi liquido a piacere.

Oppure si possono farcire farcire i pancakes con una bella spennellata di Nutella o altra crema spalmabile a piacere o, ancora, con della marmellata, yogurt, panna montata e tutto cioò che la fantasia suggerisce. In questo modo saranno molto più colorati.

Si può anche decidere di non decorare i pancake, tanto saranno buonissimi e gustosi lo stesso oppure mettere del semplice zucchero a velo o granelle di zucchero o di frutta secca, frutta fresca e altre decorazioni a piacere.

Le ricette vegan per celiaci dei pancake su My Healty

Ci sono ricette talmente gustose e versatili che piacciono a tutti, grandi e piccoli. I pancake fanno parte di tutti queste e si prestano a tutti i palati. Come avviene per la maggior parte di torte e prodotti golosi, questa ricetta contiene glutine. Al primo impatto si potrebbe pensare che queste prelibatezze siano escluse ai celiaci ma non è così. Esiste una versione vegan della ricetta dei pancake sempre golosa e decorabile con tutti i gusti possibili.

Ingredienti alternativi nella ricetta per i pancake

Le ricette per i pancake vegan non sono soltanto una buona alternativa per i celiaci e per chi ha altre intolleranze ma anche per chi vuole avere un’alimentazione sana senza rinunciare al piacere del cibo. Utilizzando ingredienti alternativi e di stagione è possibile realizzare dei pancake vegan che rispettino il benessere dell’individuo, rispettino la salute dell’ambiente e mettano il buon umore.

Se avete intenzione di preparare questa gustosa versione partiremo da ingredienti semplici presenti nelle case di ogni buon cuoco. Scopriamo quali sono gli ingredienti alternativi utilizzati nella ricetta classica:

  • Il grano saraceno è un’ottima fonte di fibre e minerali come il magnesio e rame;
  • farina di ceci facile da reperire (è presente in tutti i più comuni supermercati) e ricca di proteine. Una variante che permette di produrre pancake dolci e salati a seconda dei gusti;
  • l’avena che contiene una sostanza simile al glutine, l’aveina, che è tollerata dalla maggior parte dei celiaci;
  • alcune farine integrali sono prodotte appositamente senza glutine per essere digeribili anche per chi possiede delle intolleranze;
  • farina di miglio ricca di potassio, calcio e amido.

Da questa lista dimenticate completamente miscele strane, di dubbia natura e difficili da reperire, e i semi di lino che perdono le loro pregiate qualità una volta cotti;

Come fare un pancake vegan adatto per celiaci?

Per provare una di queste ricette golose ti propongo di seguire questa ricetta facile e veloce: pancake fatto con grano saraceno.

Il tempo di realizzazione è in totale di 20 minuti, 5 per la preparazione e 15 per la cottura. Gli ingredienti da preparare sono:

  • 175 grammi di farina saraceno;
  • 30 grammi di zucchero di canna;
  • 1 pizzico di sale;
  • 1 cucchiaio di aceto di mele;
  • 300 ml di acqua.

Come puoi vedere si tratta di prodotti semplici e veloci ma soprattutto economici. Per iniziare la ricetta dovrai mescolare prima acqua e aceto in una ciotola e poi aggiungere tutti gli altri ingredienti asciutti in un’altra ciotola: farina, lievito, sale e zucchero. Una volta amalgamati questi ultimi unisci acqua e aceto con gli ingredienti asciutti e mescola velocemente aiutandoti con una frusta elettrica per massimo due minuti. Il lievito farà subito reazione con l’aceto formando tante bollicine.

Se vuoi ottenere dei pancake soffici e morbidi fermati qui e non utilizzare la frusta. Adesso prepara la padella per cuocere l’impasto. Un consiglio furbo: se usi una padella in pietra non avrai bisogno di utilizzare l’olio. Quando la padella è calda versa un cucchiaio di impasto al centro della padella e ripeti due/tre volte. Noterai che si formeranno numerose bolle sulla superficie: è il segno che il pancake sta diventando bello morbido. Quando i bordi cominciano a dorarsi aiutandoti con una paletta gira rapidamente il pancake per cuocere anche l’altro lato. Una volta che il pancake è cotto puoi rimuoverlo dalla padella e ricominciare con lo stesso procedimento fino a che l’impasto non è finito.

Una volta pronti i tuoi pancake puoi decidere dove, come e quando mangiarli. Puoi metterli in un sacchetto e congelarli per i prossimi pasti, avendo cura di separarli con una carta da forno. In alternativa si possono gustare sul momento, ponendoli su un piatto, senza l’uso di alcuna carta, e iniziare a decorarli con salse e toppings.

Decorazioni per pancake vegan

I pancake sono un tipo di dolce molto versatile che si può farcire come desideriamo. In presenza di particolari tolleranze non si può utilizzare tutti gli ingredienti possibili. Se sei celiaco sicuramente puoi decorare i tuoi pancake con pezzi di frutta (fragole, banane, mirtilli, lampone) e ovviamente lo sciroppo d’acero. Ma è possibile aggiungere anche miele e yogurt.

In presenza di una persona con altre intolleranze, come per esempio quella ai latticini, è possibile decorare i pancake con marmellate e cioccolato 100% fondente.

Per le persone più creative è possibile decorare questi dolci con la pasta da zucchero come nelle migliori torte americane. Occorre un pizzico di fantasia e una buona manualità.

Questa è soltanto una delle numerose ricette per pancake vegani che si possono realizzare a casa propria. Alcuni negozi specializzati per gli alimenti celiaci mettono a disposizione pancake preconfezionati. Ma realizzarli in autonomia è la scelta migliore per essere realmente consapevole di tutti gli ingredienti contenuti.

Qualunque sia la tua scelta puoi gustare questa prelibata ricetta sia che tu abbia un’allergia sia che tu abbia scelto di seguire una dieta vegana.

A prescindere dalle proprie scelte o caratteristiche fisiche nessuno dovrebbe rinunciare a dei piatti golosi e sani. La cucina è condivisione e convivialità a cui nessuno deve rinunciare. Queste ricette sono la risposta facile e divertente per condividere il cibo con tutti.

Ti potrebbe interessare anche: Cosa bisogna mangiare per rimanere in forma