Imballaggi alimentari: perché sono indispensabili?

autore articolo Veronica Balzano data articolo 19 Ottobre 2020 commenti articolo 0 commenti

Di cosa parliamo quando ci riferiamo agli imballaggi alimentari? Ecco alcune informazioni per comprendere perché essi siano così importanti. Sia che ci riferiamo alla cucina di un ristorante o a una cucina casalinga è fondamentale disporre di questi imballaggi alimentari. Ma come sono fatti e a cosa servono?

imballaggi alimentari

A cosa servono gli imballaggi alimentari?

Quale l’utilità degli imballaggi alimentari? Prima di tutto bisogna affermare che si tratta di contenitori adibiti specificatamente a contenere, proteggere o per l’appunto imballare determinati alimenti. L’imballaggio può essere posto sia in fase di consegna, quando il venditore porta la merce al ristorante, sia dopo che questa è stata già aperta in fase di preparazione in cucina. Insomma esistono diverse tipologie di imballaggio per alimenti ma ciascun tipo svolge uno specifico compito.

La qualità e la freschezza di un alimento non dipende solo dalla sua provenienza, ma anche dal modo in cui esso viene conservato. Ecco perché è molto importante porre la giusta attenzione a tale questione.

Per essere più chiari potremmo dire che gli imballaggi alimentari non sono altro che involucri per proteggere la qualità di determinate merci.

Tipologie di imballaggio alimentare

Esistono diverse tipologie di imballaggi alimentari in commercio. Potremmo cercare di semplificare il discorso affermando la distinzione tra tre grandi categorie di imballaggi:

  • primario (per la vendita)
  • secondario (multiplo)
  • terziario (per il trasporto)

La caratteristica che accomuna tutti questi tipi di imballaggi sta nel fatto che essi sono tutti finalizzati a proteggere gli alimenti evitando che le influenze provenienti dall’ambiente esterno li deteriorino o rovinino. La qualità di un prodotto alimentare dipende anche e soprattutto dal modo in cui esso viene conservato. A seconda che si tratti di un alimento da frigo o da esterno è necessario conservare tutto al meglio applicando le giuste protezioni.

Prerogative degli imballaggi alimentari

Per essere funzionale un imballaggio deve rispettare le seguenti prerogative:

  • deve contenere interamente il prodotto
  • deve permettere la conservazione del prodotto durante tutto il tempo necessario
  • avere una formazione tale da permetterne il trasporto
  • deve essere realizzato con materiali specifici in grado di preservare la freschezza dell’alimento.

I materiali migliori per preservare gli alimenti sono: il vetro, il metallo, la carta o il cartone. In base al tipo di alimento che bisogna conservare è necessario scegliere un materiale piuttosto che un altro.

I cibi già preparati vanno conservati all’interno di contenitori puliti e chiusi con coperchio. In questo caso è molto importante aspettare che essi si siano raffreddati prima di riporli all’interno di un contenitore. La loro conservazione avverrà in frigo. Nel caso in cui si vogliano utilizzare delle pellicole per la conservazione dei prodotti si consiglia id essere sicuri che questi non contengano troppi grassi. Se così fosse si consiglia di preferire dei contenitori in vetro.

Se scegliamo l’alluminio è bene sapere che il contatto di questo materiale con cibi troppo acidi può impedire la buona conservazione degli alimenti. In questo caso infatti le proprietà nutrienti dei cibi potrebbero essere alterate dall’alluminio.