Ristomanager: il nuovo software per la ristorazione.

Con le sue funzioni avanzate, Ristomanager vi offre non solo un software per gestire le comande, ma la vostra intera attività ristorativa.

Nel nostro nuovo video vi presentiamo alcune delle funzioni avanzate di Ristomanager. Queste vanno ben oltre le solite di un qualsiasi software per gestire le comande del vostro ristorante, pizzeria o di qualsiasi attività nel settore della ristorazione.

Partiamo quindi dalle Statistiche, le quali vi permettono di conoscere fin nei minimi dettagli, ogni aspetto della vostra attività. Partiamo dalle vendite di un determinato periodo o di un singolo tavolo, fino a capire quale può essere la pietanza o il prodotto più richiesto dalla vostra clientela.

Grazie al filtro per tipo di “vendite” potrete sapere in che modo viene consumata maggiormente una pietanza o un prodotto in generale. Ad esempio se viene consumata più in asporto o in sala.

Sempre per quanto riguarda le pietanze, Ristomanager è in grado di gestire uno degli elementi più importanti nella gestione di un ristorante, vale a dire gli Ingredienti. Potete facilmente inserire tutti gli ingredienti che utilizzate nella preparazione dei vostri piatti. Inoltre, vi basterà inserire gli stessi una sola volta all’interno del nostro programma. Ebbene si, solo una volta per poterli averli in seguito a disposizione. Questo sia nella descrizione delle pietanze che utilizzandoli nella lista delle aggiunte.

Fondamentalmente, con Ristomanager non avrete un semplice software per gestire le comande. Difatti potrete utilizzare uno strumento potente e completo per la gestione del vostro locale!

Scaricate “Ristomanager Gestione Comande” direttamente dal playstore di google o Apple store. In questo modo avrete la possiblità di gestire le comande in tempo reale del vostro tavolo e controllare se ci sono delle ordinazioni in corso. Con Ristomanager App sarà semplice gestire il tuo ristorante, vedere i tavoli occupati, stampare gli scontrini direttamente dal tablet e svuotare i tavoli.

Food tech: il bisogno di digitalizzazione dei ristoratori

Sperando di capire meglio le tendenze ad aggiornarsi tecnologicamente tra gli operatori del settore della ristorazione, sono state intervistati più di 300 manager, addetti alla sala, proprietari, baristi e cuochi in tutto il paese. Nell’elenco, più della metà erano attività con servizio completo, ma comunque erano presenti attività da asporto o self service, bar e locali notturni, camion ambulanti, come anche caffetterie e pasticcerie. Inoltre, più della metà erano attività con un singolo locale, mentre un quarto gestiva da due a cinque locali diversi, mentre sempre meno erano attività del tipo catene di distribuzione.

Molti ristoratori sottovalutano la possibilità di aggiornarsi tecnologicamente per la loro attività, soprattutto per quanto riguarda la sua gestione.

I risultati hanno dimostrato come gli operatori del settore cercano assistenza quando vogliono individuare e prendere decisioni migliori quando si tratta di scelte tecnologiche, soprattutto in un mercato inondato costantemente di nuovi prodotti e soluzioni che arrivano ogni giorno.

Lo studio ha mostrato che la maggior parte dei ristoranti hanno in programma di aggiornare la loro tecnologia entro l’anno, mentre quasi la metà si dedica al controllo dei loro risultati commerciali e ai dati di vendite; sono molti anche coloro che guardano a “funzionalità avanzate” e “facilità d’uso” come loro principali motivi per sostituire i metodi o software esistenti; attualmente vengono pagati da due a cinque fornitori differenti di soluzioni tecnologiche;  le caratteristiche più ricercate dai ristoratori sono: gestione del magazzino circa un quinto degli operatori, sistemi per prendere ordinazioni online, e la conformità alla PCI.

Alla domanda su quale sia la più grande sfida per il proprio ristorante, quasi la metà sostiene che sono le assunzioni, la formazione e il trattenimento del proprio personale. Mentre lo studio rileva che la tecnologia può aiutare nella formazione e altre sfide, la cultura di un ristorante dovrebbe essere coltivata al suo stesso interno.

La stragrande maggioranza, afferma che attualmente utilizza il software per il POS per gestire le transazioni e le operazioni. Il classico registratore di cassa sta lentamente perdendo piede.

Per il tema della sostituzione per aggiornarsi tecnologicamente nei metodi e software esistenti, un terzo sceglie le funzionalità avanzate come la ragione principale per il passaggio a un sistema diverso. “Facile da usare” è stato il secondo motivo.

Quattro intervistati su dieci indicano l’aumento della propria efficienza come il più importante vantaggio tecnologico. Una minima parte, considera utili e fondamentali i sistemi cloud. I manager intervistati erano più preoccupati per l’efficienza, mentre i proprietari erano inclini a preoccuparsi dei problemi della sicurezza.

Per ciò che riguarda invece il metodo per tenersi aggiornati sulle nuove tecnologie, molto più della metà ha risposto che preferisce le e-mail, mentre una minima parte si affida alla comunicazione mobile.

Sui report o le relazioni commerciali dei dati di vendita quasi la metà le controlla ogni giorno, mentre le attività di medie dimensioni (da 11 a 20 locali), le controllano invece ogni mese.

La gestione delle scorte, degli ordini online, e la conformità al PCI sono invece soluzioni ritenute poco importanti, come pure l’aggiornamento degli strumenti POS.

Cos’è Ristomanager – il software per il tuo ristorante

Ecco un breve video di presentazione per capire cos’è Ristomanager, il software per il tuo ristorante.

In questo primo video, ti offriamo una panoramica generale per illustrare i punti di forza di Ristomanager, il software per il tuo ristorante, a partire dal fatto che con esso potrai fare a meno degli scomodissimi block notes, e sfruttare i moderni strumenti informatici, quali tablet android o Apple, per la gestione completa delle comande e non solo.

Potrai infatti gestire tutti gli aspetti dell’attività del tuo ristorante, pizzeria, pub e qualsiasi altra attività di ristorazione.

Ti ricordiamo che con ristomanager potrai sempre tenere sotto controllo lo stato dei tavoli, grazie all’apposita mappa con la quale potrai ricreare fedelmente la disposizione degli stessi nella sala. Saprai subito e in tempo reale quali tavoli sono occupati o prenotati, quali sono disponibili per i clienti in arrivo e da quali stai aspettando il pagamento.

Tablet

Grazie all’utilizzo dei tablet, il tuo personale di sala può aggiornare in tempo reale lo stato dei tavoli, prendere le comande o modificarle, o stampare gli scontrini, se hai dato loro questa possibilità grazie alle impostazioni personalizzate del software per il tuo ristorante.

Avendo a disposizione diverse stampanti, potrai inoltre smistare i prodotti ordinati nelle varie comande, tra i diversi reparti della tua attività, così da velocizzare il lavoro del tuo personale di sala e migliorare il servizio offerto ai tuoi clienti!

Grazie alle Statistiche, conoscerai sempre l’andamento della tua attività, grazie all’utilizzo dei filtri che ti permetteranno di sapere le vendite generali o di un determinato periodo (andamento mensile o annuale), anche suddivise per tipologia (cassa veloce per l’asporto, oppure ordinazioni in sala) e per tavolo.

Ristomanager è disponibile per Windows, Linux e Mac, permettendoti quindi di poterlo utilizzare su qualsiasi piattaforma, e creare il tuo sistema personalizzato di gestione del tuo ristorante, senza alcun limite.

Continua a seguirci per conoscere meglio il prossimo software per il tuo ristorante, grazie ai video che posteremo sul nostro blog.

Come la tecnologia facilita la gestione di un ristorante.

Ogni volta che si fanno incontrare gli ospiti del proprio ristorante con la tecnologia, rischiamo potenzialmente di compromettere la loro esperienza culinaria. Se scegliamo di implementare la tecnologia al tavolo, dovremo pensare a come è possibile sfruttarla per aumentare la soddisfazione di clienti e dipendenti.

La tecnologia facilita la gestione e, al tavolo, può migliorare il rapporto coi propri clienti.

Al 2015 Restaurant Innovation Summit, Lisa Landsman, capo del settore Ristorazione di Google; Raymond Howard, co-fondatore di Ziosk; e Chris DeFrain, Direttore Finanziario di Red Robin Gourmet Burgers and Brews – Lehigh Valley Restaurant Group, hanno discusso i vantaggi e le considerazioni associate alla tecnologia al tavolo.

Disponibilità dei Server

Permettendo agli ospiti di ordinare e/o pagare direttamente dal tavolo, i camerieri non avrebbero bisogno di lasciare troppo spesso le loro postazioni, e potremmo fornire un servizio migliore; come rovescio della medaglia, i clienti non verrebbero più lasciati in attesa del loro cameriere per annotare il proprio ordine o di eseguire le operazioni con le carte di credito. Prima di aggiungere la tecnologia al tavolo in un ristorante, dovremo formare i dipendenti sulle funzioni e vantaggi dei dispositivi e far loro capire come utilizzarli. Secondo DeFrain, Red Robin – Lehigh Valley è stato registrato un aumento di oltre il 10 per cento delle ordinazioni di antipasti e dolci con i dispositivi, e, allo stesso modo, i suggerimenti dei camerieri possono rivelarsi utilissimi.

Controllo dei contenuti

Convincere i clienti a scaricare e tenere un’app mobile nei loro telefoni può essere difficile. Con la tecnologia al tavolo, i ristoratori possono selezionare le funzionalità del dispositivo che possono meglio migliorare l’esperienza del cliente, nella speranza di mitigare la sfiducia nel digitale. Assicuriamoci inoltre di poter mettere a disposizione dei clienti una connessione Wi-Fi gratuita e punti di accesso impostati correttamente, prima di lanciarla.

Divertimento

Avere dei giochi sui dispositivi al tavolo permette di tenere unite le persone. I giochi possono anche portare delle entrate aggiuntive. Se volete inserire dei giochi a pagamento sui vostri dispositivi, chiarite sempre la cosa in anticipo, in modo da evitare la confusione e proteste dei clienti. “Entrate derivanti dal gioco può essere un’aggiunta interessante ai nostri profitti.

Compilazione dei dati

Usando un tavolo tecnologico, ristoratori possono unire diversi tipi di dati – informazioni sugli ordini, sui punti fedeltà, le risposte ai sondaggi, valutazioni e tanto altro – e metterli in fattura o sulle ricevute. Da questi dati, i ristoratori possono anche creare rapporti di valutazione o di autocritica per i dipendenti. In ogni caso, ricordiamoci di proteggere i dati dei clienti e dei dipendenti, e di prendere sul serio la sicurezza informatica.

Food Tech: oltre il 40 percento delle prenotazioni ai ristoranti è online

Internet è ormai entrato a far parte integrante del mondo della ristorazione, e si può essere sicuri che questo mezzo sarà sempre più in crescita, specialmente se guardiamo alle previsioni per i prossimi anni; il canale online andrà a vincere la corsa contro il telefono, quale mezzo per effettuare le prenotazioni ai ristoranti.

Il mondo della ristorazione è in continua evoluzione, anche quando si tratta di accettare e adattarsi alle nuove tendenze per ricevere le prenotazioni. Qualche anno fa la situazione sembrava impensabile, però, a poco a poco, il mondo digitale si è imposto nei ristoranti, tanto che ormai non si può più far finta di nulla.

Il 40% delle prenotazioni ai ristoranti vengono ricevute online, da piattaforme dedicate o direttamente dal proprio sito.

Lo studio di TheFork ha informazioni molto rilevanti per i ristoranti, che consentono di avere un assaggio, di come la fiducia dei ristoratori nei sistemi di prenotazione online, continua a crescere ogni anno. La comodità, la velocità o semplicemente la forza dell’abitudine di fare affari via Intenet, sono soltanto alcuni dei motivi che hanno dato grande impulso alla crescita delle prenotazioni ai ristoranti fatte online e hanno fatto si che si raggiungessero certe percentuali.

Tuttavia, il telefono continua ancora ad avere una certa importanza, tanto che ancora il 52% dei ristoranti che hanno partecipato a questo studio preferisce ricevere le prenotazioni per telefono, rispetto al 30% per la ricezione di prenotazioni, tramite richieste online.

Quasi la metà degli intervistati credono che le prenotazioni online ai propri ristoranti sono cresciute del 25% lo scorso anno, una cosa molto positiva se si prendono in considerazione i dati attuali del settore. E’ anche cresciuta la fiducia dei ristoratori nei sistemi online di prenotazione ai ristoranti; a questo proposito, il 60% degli intervistati ha dichiarato di essere soddisfatto dei servizi che offrono prenotazioni via web e il 22% lo considera un buon modo per fidelizzare i propri clienti.

Alcuni problemi fastidiosi nella gestione di un ristorante

Tra le attività imprenditoriali più diffuse nel nostro Paese, facile immaginare che le più numerose sono quelle dedicate al Food&Beverage. Meno facile è trovare quel locale che abbia raggiunto il successo e sia stato in grado di mantenerlo negli anni.

Parlando della gestione di un ristorante, infatti, sono tanti gli errori e i problemi che si riscontrano comunemente. Spesso, inoltre, si crede di star piuttosto agendo nell’interesse della propria attività. Facciamo un esempio?

Problema n.1: Un menù per tutti i gusti, va bene o no?

No. Presentare un menù di pagine e pagine, con piatti che intendono accontentare il gusto di qualsiasi cliente si sieda al tavolo è tra i problemi di gestione in un ristorante. Occorre differenziare. Questa soluzione potrebbe funzionare, anche se relativamente, in una meta prettamente turistica; lì sarà possibile trovare il cliente che vuole l’hamburger e quello che vuole il sushi, e pensare di accontentarli entrambi.

La tendenza degli ultimi tempi dimostra, tuttavia, che per fidelizzare il cliente è meglio specializzarsi su una particolare proposta (che sia la cucina di mare, le ricette tradizionali del luogo, i piatti di montagna e così via); i clienti, turisti compresi, sono spesso esigenti, alla ricerca dell’eccellenza o della tipicità; meglio essere esperti in quella proposta che con tanti piatti tra cui poter scegliere e mediocri in qualità. Ne va anche dell’identità del luogo, per cui…

Problema n.2: avere un locale “anonimo” è causa di problemi di gestione in un ristorante

Nella gestione di un ristorante, occorre ricordare che l’occhio vuole la sua parte. Per cui, oltre che la buona cucina, per fidelizzare il cliente occorre accoglierlo in un ambiente che abbia un suo carattere. La decorazione, i dettagli, i colori, sono importanti a creare la giusta atmosfera che accompagna i vostri piatti, e devono essere in linea con la vostra proposta. Creare un ambiente inospitale può allontanare il cliente tanto quanto trovare un capello nel piatto.

Problema n.3: …e la concorrenza?

Come già detto, i locali (ristoranti, pizzerie, pub) sono tanti e non si può non tener conto della loro presenza e offerta. Monitorare la concorrenza, invece, serve su più fronti: vedere cosa funziona o cosa no nel proprio settore; quali sono i propri punti di forza o di debolezza, e quindi come poter perfezionare il proprio servizio, e così via.

Serve anche a stare sempre all’erta e non guadagnare mai eccessiva sicurezza circa la propria attività. Esser sicuri di aver raggiunto un certo standard, finisce per arginare le iniziative (attività, miglioramenti, strategie di marketing etc.) e far arenare l’attività.

Problema n.4: come faccio a stare al passo coi tempi?

Stare al passo coi tempi oggi, nella gestione di un ristorante, significa anche essere social. Non va trascurata quella parte di marketing che si lega, infatti, agli strumenti digitali.

Vuol dire anche di avvalersi di tecnologie di supporto nella gestione del proprio locale: esistono software in grado di gestire le prenotazioni, tenere sotto controllo il magazzino e tanto altro ancora, velocizzando e automatizzando alcuni processi. L’uso di queste tecnologie, che di fatto semplificano il lavoro di ristoratori e non solo, migliora la qualità del servizio in termini di rapidità e precisione. Come? Credi di poter fare tutto da solo?

Problema n.5: sei tu che possiedi l’attività o è l’attività che possiede te?

Nella gestione di un ristorante, spesso il proprietario si sente in dovere di assolvere da solo ad una serie infinita di mansioni. Lo troviamo così ad accogliere i clienti, prendere le ordinazioni, controllare la cucina, preparare il conto, dare il resto alla cassa, controllare la merce e tanto altro ancora. Anche questo è un errore di gestione: un sovraccarico di lavoro e responsabilità che danneggia la qualità del rapporto con la clientela e con chi altro lavora con te.

Impara a delegare e a goderti di più il tuo tempo e i frutti del tuo lavoro. Scegli del personale competente e avvaliti dell’aiuto della tecnologia.

Un suggerimento? Scopri i vantaggi di RISTOMANAGER, il software gestionale perfetto per ogni ristoratore. Scarica gratuitamente la versione di prova. La trovi qui
https://ristomanager.it/scarica.html

Ristomanager: l’importanza di un software per i ristoranti

Il settore della ristorazione moderna deve fare i conti con un clientela sempre più numerosa ed esigente, specialmente in termini di rapidità e qualità del servizio. I software per ristoranti rispondono almeno in parte a questo tipo di esigenze, fornendo una soluzione efficace in tutte le fasi nell’attività di ogni giorno.

Pensiamo ad esempio a Ristomanager, uno dei più recenti software per ristoranti usciti sul mercato, frutto dell’esperienza maturata da Arkosoft in quasi dieci anni di attività, nel settore informatico orientato alle aziende.

Ristomanager sfrutta le ultime novità e tecnologie informatiche; ad esempio, il personale di sala usa i tablet con sistema operativo Android per gestire le comande che vengono aggiornate in modo automatico e in tempo reale sul pc server sul quale gestire La Mappa dei Tavoli.

In pratica tutto il personale, sia di sala o addetto alla cassa, saprà quali tavoli sono occupati, le prenotazioni esistenti, le ordinazioni in corso e se sono state evase, mentre le comande arrivano direttamente alle cucine o i relativi reparti, anche per quelle attività che abbiano diversi piani di cottura, disposti lontani dalla cucina principale, quali le pizzerie,bar.

Questo avviene perchè il software offre la possibilità di assegnare stampanti differenti per diversi prodotti; basterà semplicemente agire sulla configurazione per aggiungenre tutte le stampanti necessarie, e ogni volta che verrà creato un nuovo prodotto, si potrà assegnare una delle stampanti.

Il tutto grazie ad una rete wireless, collegato al computer principale denominato Server che gestisce tutta l’attività, a partire dalla sala alle cucine, fino al magazzino con tutte le scorte.

Parlando del Magazzino, tutti sappiamo quanto sia importante conoscere sempre lo stato delle scorte alimentari; sarà possibile inserire sia prodotti “in magazzino” che “pietanze” vere e proprie, che gli “ingredienti” di ognuno di essi. Per evitare confusione inoltre, questo software per ristoranti permette di operare in sicurezza sul magazzino, bloccando l’esecuzione, la modifica e la creazione di nuove ordinazioni durante il suo utilizzo.

Ristomanager nasce come software per ristoranti e pizzerie, ma può essere utilizzato da qualsiasi attività del settore, come rosticcerie, bar o pub, grazie alla possibilità di sfruttare la funzione di “Cassa Veloce”, appositamente pensata per tutte le attività con asporto.