Fare il pizzaiolo: intervista a Marco Stango

admin 17 Febbraio 2022 0 commenti

Fare il pizzaiolo. Per i lettori di Ristomanager continuiamo la serie di interviste per scoprire i segreti di questi bellissimo mestiere! Oggi intervistiamo un giovane foggiano di 21 anni, che da qualche anno sta coltivando il sogno di diventare un bravissimo pizzaiolo. Lui si chiama Marco Stango ed ha accettato con gioia di rispondere ad alcune nostre domande.

Un pizzaiolo è più di un semplice artigiano con abilità. È un artista che usa la sua creatività per trasformare gli ingredienti grezzi in qualcosa di bello e delizioso!


Alcune delle qualità che compongono questa professione includono la capacità di lavorare in multitasking mentre si lavora rapidamente sotto pressione senza commettere errori o dimenticare ciò che deve essere fatto dopo; avere una buona coordinazione mano/occhio dato che dovrai maneggiare spesso le piastre calde durante i tempi di produzione – anche se sono sedute in basso sul piano della tua cucina e aspettano pazientemente fino a quando saranno chiamate di nuovo.

Per essere un buon pizzaiolo, bisogna avere pazienza e un occhio per i dettagli. Per esempio: assicurarsi che tutti i condimenti siano applicati correttamente in modo che si caramellizzino in tempo prima di essere cotti nella pasta di pane
Quando si tratta di cucinare delle torte appena fatte, ci sono diverse abilità che fanno parte del territorio! Un compito cruciale è ordinare gli ingredienti e contemporaneamente prepararli tagliando le verdure o schiacciando le spezie tra gli strati; questo vi permetterà di avere più spazio sotto le loro croste dove il lievito vive felicemente dopo il suo lavoro diurno facendo quello che gli lasciamo fare – risorgere… la vita! Con queste cose fatte bene allora non c’è davvero nulla che impedisca a qualcuno di diventare abbastanza famoso in tutta la città.

Ci sono dei prerequisiti per diventare un eccellente pizzaiolo? Quando si inizia in questo campo bisogna sempre tenere a mente questi tre punti: ingredienti di qualità; manodopera qualificata attraverso un’attenta supervisione da parte di esperti che sono disposti a insegnare ai nuovi arrivati ciò che sanno (e a volte anche a mostrare loro come aggirare i problemi!)

Ciao Marco, racconta ai lettori di Ristomanager come è nato il tuo sogno di diventare un pizzaiolo.

Fare il pizzaiolo

Ciao a tutti e grazie per l’occasione! Mi chiamo Marco Stango, ho 21 anni e sono di Foggia. La mia passione è nata qualche anno fa, quando avevo 14 anni circa. All’inizio è stato mio padre a spingermi a iniziare, quasi forzandomi a farlo, perchè io non ero molto convinto che sarei potuto diventare bravo.

Ma fin da subito ho intuito che mi trovavo bene a fare questo lavoro e che mi veniva naturale. Da quel momento la strada per diventare pizzaiolo è stata impegnativa, ma ce l ho fatta, anche se ancora la strada per il successo e l’eccellenza è lunga.

Marco in questi ultimi anni hai studiato per migliorare la tua formazione professionale o ti sei limitato all’esperienza pratica sul campo?

Fare il pizzaiolo

Guarda io ho lavorato tanto in questi anni e continuo a farlo, ma mi sono reso conto che formarsi insieme ad altre persone e colleghi è importante. Ho studiato in un’associazione di pizzaioli che si chiama Passione pizza, e che conta almeno 60 iscritti, tutti facenti parti del Sud Italia.

Per me è stata un’esperienza importante ed evolutiva, perchè mi ha permesso di mettermi in gioco e di confrontarmi con altri pizzaioli, che mi hanno insegnato tanto.

Nel tuo lavoro all’interno dei locali che farine utilizzi? Hai preferenze?

Fare il pizzaiolo

Non ho preferenze particolari da questo punto di vista perchè cerco di adattarmi alle richieste del locale e al tipo di prodotto che voglio proporre. In questo momento uso le farine cinque stagioni Polselli e mi trovo molto bene.

Marco so che in questo momento lavori ad Ancona e che nelle scorse settimane hai partecipato al campionato Master Pizza Champion a Bari. Come è andata?

Si lavoro ad Ancona fino a settembre e un pò di tempo fà ho partecipato al Master Pizza Champion perchè ho voluto confrontarmi con i pizzaioli migliori, senza paura e con la consapevolezza di poter fare la mia parte.

Devo dire che è andata abbastanza bene e sono arrivato secondo e se avrò voti a sufficienza potrò andare a settembre a registrare il programma tv, dedicato alla manifestazione!

Marco per concludere l’intervista svelaci il tuo sogno nel cassetto e se ti va fai un saluto ai nostri lettori.

Spero di aprire una pizzeria tutta mia e di provare a sperimentare le mie qualità come imprenditore! Un saluto ai lettori di Ristomanager, ai quali chiedo di votarmi cliccando a questo link.

All’interno  c è un video youtube con il mio nome e alla fine della pagina potete votarmi scrivendo i vostri dati e seguendo le indicazioni!

Un grande abbraccio e spero di risentirvi presto!