I piatti con le alghe: l’ultimissimo trend della ristorazione

autore articolo admin data articolo 6 Novembre 2022 commenti articolo 0 commenti

Proprietà delle alghe.

Piatti con le alghe

i piatti con le alghe

Il 2017 ha in serbo tante novità per la scena gastronomica, non da ultimo i piatti con le alghe.

Forse abbiamo appena toccato il 2017, ma è stato un anno eccitante per chi ama i frutti di mare e i suoi molti piatti cugini. Oltre ai soliti sospetti come il ceviche o il sushi con le zampe di polpo, stiamo vedendo chef più creativi sperimentare l’incorporazione di alghe nella loro cucina!

Alcune di queste innovazioni includono l’aggiunta di wakame (alga) come condimento nelle insalate al posto delle insalate verdi – o anche la realizzazione di tempura che include pezzetti di nori fresca al posto dei fiocchi. Come se tutto questo non fosse già abbastanza – state attenti perché ci sarà sempre qualcosa di nuovo in arrivo.

Pare infatti che, a lunga distanza dagli chef giapponesi, anche i nostri cuochi italiani abbiano scoperto quanto le alghe siano commestibili.

Piatti con le alghe

Le alghe sono deliziose ma è necessario prepararle al meglio per poterle gustare in modo soddisfacente.

Le alghe possono sembrare un cibo sgradevole, ma in realtà sono uno degli alimenti più gustosi e sani che ci siano! Hai solo bisogno di sapere come.
-Le alghe si possono trovare nei negozi di alimentari asiatici o online (e sono congelate). Di solito sono vendute a peso, quindi controlla le dimensioni del tuo pacchetto prima dell’acquisto – quelle più piccole sono migliori perché cuoceranno più velocemente / più facilmente quando si fanno rotoli di sushi o altri piatti simili; le dimensioni più grandi possono durare più a lungo se tutti gli ingredienti non vengono utilizzati subito.

Non è possibile infatti pensare di mangiare un piatto di alghe che non sia ben condito. Inoltre si deve ricordare che ogni tipologia di alga presenta delle proprie specifiche caratteristiche. Ecco perché di seguito sono presentati alcuni tipi di alghe tra quelli più conosciuti e diffusi.

E non solo: esse sono dei veri e propri “serbatoi” di principi nutritivi quali ferro, magnesio, vitamina B12, iodio, calcio e potassio. Mangiare alghe sembra faccia molto bene alla salute. Quindi è possibile gustare un buon piatto di alghe in modo da migliorare anche i propri livelli di ferro e simili nel sangue.

Le alghe sono inoltre ricche di fibre, il che le rende di fatto delle “spazzine” dell’intestino. E’ chiaro quindi che quindi abbiano diverse proprietà.

Altrettanto “igieniche” sono nella loro funzione di antiossidanti: esse ripuliscono infatti l’organismo dai radicali liberi. Essi infatti, se non vengono riassorbiti, fiaccano il sistema immunitario e financo a favorire l’insorgenza del cancro.

Ma le proprietà di questa varietà di pianta marittima non finiscono qui. Le alghe infatti sono già note per essere depurative e non inquinarsi (i rischi di intossicazione per chi mangia alghe tendono quindi a zero).

Dall’interno del tuo intestino alle zuppe e ai contorni, l’alga è un vegetale che dovresti mangiare. Questo superfood ricco di macro-nutrienti ha molti benefici per la salute, compreso l’aiuto nella perdita di peso! Le alghe possono anche essere un’eccellente aggiunta in qualsiasi piatto o incorporate in alimenti come i tamales, dove le sue qualità salate aggiungono sapore senza aggiungere calorie.
Lo strato esterno (riferito) può sembrare amaro all’inizio, ma questo scompare una volta cotto dando troppo umami che rende queste delizie perfette come spuntini.

Tipi di alghe e in quali piatti con le alghe più amati

Piatti con le alghe

Ma le alghe, oltre che salutari, possono essere anche saporite. Vediamo quindi quali sono e dove sfruttarle come ingredienti:

  • nori: un’alga nera, collosa, che però fa al caso vostro se avete un ristorante giapponese. Con le alghe nori infatti potete dar vita ai sushi maki. Se invece il vostro è un comune ristorante europeo, niente panico: essa darà comunque un valore aggiunto ai vostri brodi di pesce. Quest’alga si sposa inoltre alla perfezione nel riso basmati, meglio se in aggiunta ai germogli di soia e semi di zucca
  • spirulina: alga blu proveniente dalle acque del Messico. Il suo inconsueto colore non deve insospettirvi: la spirulina è un ingrediente indovinato in molte ricette anche italiane fra cui le tagliatelle e i fusilli. Ma quest’alga dalle proprietà benefiche e antiossidanti fa capolino anche nei biscotti, nell’acqua di cocco, negli smoothies, e nei bocconcini con gli spinaci

Piatti con le alghe

Le alghe, oltre ad essere sane, possono essere anche gustose.
La consistenza delle alghe è paragonabile a quella di un elastico quando vengono masticate con la bocca piena; sono morbide ma hanno una certa elasticità tra un morso e l’altro, il che rende l’esperienza piacevole! Le alghe contengono molti nutrienti come la vitamina C e le vitamine del gruppo B che aiutano a promuovere una buona salute perché sono ricche fonti di fibre (specialmente la laminarina), minerali tra cui l’assunzione di iodio da molluschi crudi o cotti come proteine – tutte cose molto importanti di cui abbiamo bisogno ogni giorno.

Piatti con le alghe: alla scoperta delle alghe

image 9
  • kombu: quest’alga giapponese, oltre ai già noti benefici delle alghe, ha quello di essere alcalinizzante e quindi di regolarizzare il pH dell’organismo. Essa è anche impiegabile su due fronti gastronomici: quello giapponese e quello vegano. Nel primo l’alga kumbu è un ingrediente nella zuppa azuki, nel secondo è il ripieno dei ravioli vegani. Sempre sul fronte vegano è molto gettonata negli piatti con le alghe con hamburger vegani
  • wakame: alga gettonatissima nella cucina vegana, dove trova ampio impiego. La si può gustare in tutti gli stati: cruda, cotta, sbriciolata dopo una cottura al forno, come ingrediente in una crema vegetale. Essa fa infatti bella figura nella crema di sedano, negli arancini, come condimento dei bastoncini di pesce, e nel sugo di roveja e funghi.
  • kelp: segni particolari di quest’alga: bruna, odorosa di mare, attivo supporto di processi dell’organismo come la diuresi e il riassorbimento della ritenzione idrica. L’alga kelp è anche il principio attivo di numerosi integratori alimentari per le sue proprietà benefiche sul metabolismo. Quando è essicata è molto impiegata nelle insalate vegane. Essa è anche il valore aggiunto di minestre e di pasta e fagioli (dei quali esalta il sapore)