Gestione Pub: Alcuni consigli da seguire

autore articolo Lucia Di Noi data articolo 12 Luglio 2019 commenti articolo 0 commenti

Stai pensando di aprire un pub ma non sai da dove partire o cosa comporta la gestione ?ecco alcuni consigli.

Il pub è un modello di locale originario della Gran Bretagna e dell’Irlanda. In un pub solitamente si serve birra ma nel corso degli anni il servizio è stato integrato con ogni sorta di bevanda, alcolica e non, e con “spuntini” vari.
Il locale ideale a questo scopo dovrebbe possedere le caratteristiche tipiche dei pub inglesi e irlandesi: fornitori di birra, anche artigianale, e di altre bevande e magari della musica dal vivo.
Per le prime spese quali l’affitto del locale, l’arredamento degli interni, le insegne, sei mesi di forniture, e almeno un paio di aiutanti, occorre stanziare una cifra che va dai 60mila agli 80mila euro. Ovviamente molto dipende dalle dimensioni del locale e dalla sua ubicazione.

Ma quanto si può guadagnare con l’apertura di un pub?

Se si riesce a lavorare bene con la clientela , dopo circa 36 mesi inizia il guadagno. Un ambiente familiare da condividere con degli amici e della buona birra di qualità ad un prezzo ragionevole sono gli elementi ricercati dagli avventori .

Per l’apertura di questo tipo di locale ci sarà bisogno:

  • una segnalazione certificata d’inizio attività (SCIA) una dichiarazione d’inizio attività produttiva (DIAP).
  • la certificazione HACCP e la certificazione SAB-ICAL (Quest’ultima è obbligatoria solo per il proprietario e non è tassativa se si possiede il diploma di scuola alberghiera oppure si sia svolto un periodo di lavoro, tra i 2 e i 5 anni (dipende dalla Regione), in una struttura simile.
  • Seguire le normative AsL per salubrità e sicurezza dei locali.(I controlli sono stringenti e se non si seguono le indicazioni previste , si rischiano multe salate e a volte la chiusura).
  • Partita Iva
  • iscrizione alla Camera di Commercio (Registro delle Imprese).
  • Con la musica dal vivo, bisogno rispettare la corrispettiva normativa SIAE.

Si potrebbe anche considerare l’ apertura in franchinsing e mettersi in contatto direttamente con delle catene di pub ed essere i precursori di questo franchise inusuale nel nostro territorio.

Gestione pub : quali sono i principi da seguire per gestire al meglio un locale?

Un bar manager si sveglia presto e va a dormire tardi e gestire un locale significa tenere conto di un consistente numero di fattori : magazzino,inventario, manutenzione delle apparecchiature, contabilità e ovviamente i clienti. Adesso vediamo quali sono i punti salienti da tenere in considerazione per la gestione-pub.

  • Sapere risparmiare e ottimizzare i costi, ridistribuendoli. Individua quali sono i costi che incidono maggiormente sul tuo budget mensile,restringi la lista tra i più costosi e cerca di abbassarne il costo senza perderne in qualità.
  • Fidelizzare i clienti.Offri agli ospiti del tuo locale un’atmosfera e delle esperienze da rivivere grazie ad un’ambiente ospitale anche con l’aiuto dello staff. un cliente affezionato ritorna e porta con sé altre persone.
  • Cura con costanza l’inventario e accertati che non manchi nulla e nulla vada a male.
  • Sfrutta i social. Le persone consultano sempre più le recensioni sui social media e sui siti di recensioni .
  • Tieni sempre conto dell’opinione dei tuoi clienti. Studia la concorrenza e valuta delle opportune strategie per trarre insegnamento ma anche per evitare errori altrui.

Ricapitolando l’esperienza del cliente deve essere indimenticabile e questo è possibile solo con un buon lavoro di squadra, un team formato e competente ed un ottima gestione.

Gestione Pub: Alcuni consigli da seguire ultima modifica: 2019-07-12T09:13:18+02:00 da Lucia Di Noi