Come organizzare una cena di degustazione vini

Il vino è una bevanda alcolica che non passa mai di moda. Organizzare una cena di degustazione di vini è un evento popolare e promozionale per provare da vostro ristorante. Le Degustazioni di vini Restaurant offre l’opportunità di incoraggiare le imprese, soprattutto durante le stagioni tradizionalmente lenti. Una degustazione di vini nel ristorante è simile a una degustazione di vini di casa, in quanto gli ospiti saranno condividere e conversare su molti vini diversi.

Tuttavia una degustazione di vino nel ristorante va oltre, invitando un sommelier (esperto vini) per insegnare agli ospiti sui vini della serata.

Selezionare una carta dei Vini

Ci sono innumerevoli tipi di vino, dai classici vini francesi o californiani ai vini di produzione locali a più esotici, ( vini rari ). Lavora con la tua persona di vendite di vino o un sommelier per aiutarvi a scegliere un menu vino robusto. Un sommelier è una persona con esperienza nel vino. Il vostro vino può o mettervi in contatto con un sommelier o fare il lavoro da soli. Molti distributori di vino vi aiuteranno in ogni fase della pianificazione di una degustazione di vini, dal momento che si acquista il vino da loro direttamente.

Scegli L’omaggio Foods

Una volta che avete deciso su una selezione di vini che completano l’un l’altro, selezionare le voci di menu che sarà anche a completare ogni vino.

Pensare al di là delle vecchie regole tipo il vino bianco con pollo e pesce e il vino rosso con carne di manzo e di maiale. Anche in questo caso, in collaborazione con il vostro sommelier vi basta pianificare un menu di degustazione che vi aiuterà a pianificare l’abbinamento perfetto di cibo e vino.

Invita gli Ospiti

Una volta che hai i dettagli della degustazione (data, ora, carta dei vini, cena, prezzo) è il momento di ottenere la parola. Prendete i vostri account di social media per promuovere la tua degustazione di vino nel proprio ristorante. Sottolinea che lo spazio è limitato, per incoraggiare le prenotazioni anticipate. È possibile vendere i biglietti o prendere le prenotazioni, o entrambi. E ‘importante avere un determinato numero di garanzie, in modo da sapere quanto vino ordinare e la quantità di cibo da preparare. Ordinare circa il 10% in più di cibo e vino di cui avete bisogno per le prenotazioni last minute.

Educare il vostro Personale

Se questo è il vostro primo assaggio ristorante di vino, è importante educare il vostro personale sul protocollo della serata. Rivedere la routine passo dopo passo, con entrambi i server e il personale di cucina. Dare a tutti una copia della lista dei vini e menu, in modo che sappiano in quale ordine dovranno servire vini e piatti. Chiedete al personale per leggere i vini che vengono serviti, in modo che possano rispondere a domande semplici per gli ospiti, tra cui è stato prodotto il vino, i tipi di uva che sono stati utilizzati, ecc …

Scorta di Bicchieri da Vino

Mancanza di calici di vino? Assicuratevi di avere bicchieri di vino a sufficienza per la sera. Ogni persona avrà un bicchiere, per ogni vino servito. Quindi, se si sta servendo bisogna avere sei bicchieri per ogni ospite. Se si dispone di 50 ospiti, avrete bisogno di 300 bicchieri di vino .

Come organizzare una cena di degustazione vini ultima modifica: 2015-07-06T11:17:04+02:00 da admin

5 tendenze di un catering di successo.

Vediamo insieme le diverse tendenze culinarie nel catering

E’ sempre difficile decidere cosa inserire nei propri menu pensati per il catering, specialmente a causa dei gusti molto variegati dei propri clienti! Per questo motivo, può essere sicuramente utile conoscere le varie tendenze culinarie nel catering.

Cibi con ingredienti locali

Una delle tendenze culinarie nel catering più utilizzate nei menu del momento, è quella di offrire alimenti realizzati con prodotti locali. Questo include carne, pollame, pesce, frutta e verdura. L’utilizzo di alimenti realizzati con ingredienti locali o comunque appartenenti al territorio in cui si opera, è una parte importante delle grandi tendenze che guardano alla sostenibilità ambientale e ad una sana alimentazione. I piatti tipici locali sono molto adatti per gran parte degli eventi con servizio di catering, perché spesso stai creando un menu personalizzato per l’evento specifico.

I menu salutistici

Un’altra delle tendenze culinarie nel catering è quella di proporre menu che vadano oltre la carne; inserire qualcosa come le patate e qualche verdura al vapore ti aiuterà a offrire dei cibi sani come i cereali integrali, una varietà di verdure e pesce fresco che sono sicuramente un buon modo per dimostrare le tue grandi abilità culinarie. Questo significa che dovresti eliminare il pesce fritto o i bastoncini di mozzarella dai tuoi menu? Niente affatto; piuttosto dovresti prendere in considerazione l’aggiunta di alimenti a basso contenuto di grassi, a basso contenuto calorico, come i tagli magri di manzo, maiale, pollame o pesce, così come realizzare delle porzioni più piccole (e a prezzi inferiori).

Cibi senza Glutine

Molte persone soffrono della fastidiosa intolleranza al glutine, mentre altri lo eliminano dalla loro dieta, nel tentativo di mangiare più sano. Non importa il motivo, la cucina senza glutine è una delle maggiori tendenze culinarie nel catering che si stanno espandendo maggiormente. Ci sono molti piatti deliziosi senza glutine che offrono costi decenti del cibo, e serve anche come un’opportunità per sperimentare con molti ingredienti alternativi come amaranto, farina di manioca e teff.

Cucina etnica e street food

La cucina orientale e in particolare quella del Medio Oriente hanno avuto una crescita vertiginosa nei menu del 2014. Questa tendenza comporta anche una tendenza maggiore ad utilizzare ingredienti alternativi. Basti pensare a ingredienti come lo sciroppo di melograno per la colazione, come alternativa allo sciroppo d’acero. Ti consiglio poi di cercare delle spezie esotiche e miscele di queste, come Togarashi, zataar e shichimi, da offrire insieme a sale e pepe. Una delle tendenze culinarie nel catering offre piatti ispirati dalla fusione etnica del cibo di strada. Dai churros messicani, alle tapas spagnole, i dim sum cinesi fino agli spiedini mediorientali,  più internazionale è il menu, meglio è. Questi tipi di piatti funzionato bene con le i camioncini o per accompagnamento dei cocktail.

Cucina casereccia

Nello stile casereccio il cibo viene servito su piatti e i commensali si servono da soli (proprio come a casa). Si può vedere questo tipo di pranzo presso molti ristoranti tradizionali cinesi e coreani. Se stai offrendo servizi di catering con il tuo ristorante, la cucina casereccia è ottima per gruppi di piccole e medie dimensioni. È molto più facile nutrire contemporaneamente 50 persone se li lasci servire di 10 insalate.
5 tendenze di un catering di successo. ultima modifica: 2015-07-03T19:36:21+02:00 da admin