Cioccolato, ecco perchè non deve mai mancare. Celebriamo la festa del cioccolato con la gustosa ricetta della Mud cake

Parliamo di cioccolato, avete già l’acquolina in bocca?

Forse vi verrà in mente il film con Johnny Depp e Juliette Binoche dove i due s’innamoravano in una cittadina francese tra una pralina e l’altra.  O l’ultima torta cioccolatosa a cui avete rinunciato per l’elevato apporto calorico.  Sono sicura che nessuno ha pensato ai benefici che il cioccolato dona a corpo e mente, basta saper scegliere quello giusto.

Il cioccolato sbarcò in Europa nel 1502 e divenne un rimedio medico, si pensava infatti, che fosse un farmaco per la digestione, il buon funzionamento dell’organismo e che guarisse perfino dalla depressione. Allora erano credenze, che la pasta di cacao abbia proprietà superlative, oggi, ne abbiamo la certezza.

Un requisito fondamentale per un prodotto di qualità è la pasta di cacao come primo ingrediente, quindi attenti alle etichette. Brutte notizie per gli amanti delle varianti bianco e al latte, l’alleato della nostra salute è il fondente, che, dovrebbe contenere almeno il 70% di cacao; più la percentuale sale meglio è.

Il cacao, infatti, contiene i flavonoidi, potenti antiossidanti che troviamo anche nei frutti di bosco, nel vino rosso e negli agrumi. Ma perchè sono così importanti per la nostra salute?

  • Prevengono le malattie cardiovascolari

  • Proteggono le arterie

  • Migliorano la memoria

  • Antivirali

  • Antinfiammatori

  • Antiallergeni

  • Combattono l’obesità

  • Aiutano il sistema immunitario

Gli effetti positivi sono tanti e vale la pena tenerli in considerazione, tuttavia non dobbiamo tralasciare il fatto che il cioccolato è un alimento molto calorico, 100 grammi di prodotto apportano circa 500 kcal, ma se introdotto in una dieta sana ed equilibrata, qualche quadretto si potrà gustare senza sensi di colpa.

FESTA DEL CIOCCOLATO

Appuntamento immancabile per gli amanti del cioccolato, anche quest’anno Perugia ospita l’Eurochocolate, alla sua venticinquesima edizione. Dal 19 al 28 ottobre il capoluogo umbro sarà invaso da migliaia di golosi. Per l’occasione sono stati creati tre pacchetti “turistici”, che permetteranno di prendere parte alla festa del cioccolato più prestigiosa della penisola. Di seguito troverete le descrizioni delle offerte viaggio e i relativi prezzi:

  • Viaggio in giornata, viaggio a/r in bus + giornata all’eurochocolate 49 euro
  • Viaggio Weekend, viaggio a/r in bus + 2 giornate all’eurochocolate + una notte in hotel (mezza pensione) + visita guidata di Assisi 129 euro
  •  Viaggio Deluxe, viaggio a/r in bus + 2 giornate all’eurochocolate + 2 notti in hotel (mezza pensione) + visita guidata di Assisi 219 euro

E se siete amanti dell’arte, non potete perdervi la galleria a cielo aperto che offre ogni anno l’eurochocolate; i più ammirati sono gli scultori, che riescono a modellare enormi blocchi di cioccolato, creando delle opere  degne di un museo.

RICETTA MUD CAKE

Non potevamo concludere un articolo sul cioccolato senza regalarvi una ricetta, vi presentiamo la Mud Cake, o come viene chiamata nel suo paese d’origine “Mississippi Mud Cake“. Letteralmente significa torta di fango ma non fatevi ingannare, è stata denominata così per la sua consistenza morbida e cremosa, che ricorda appunto le rive del fiume Mississippi. Negli Stati Uniti questo dolce è presente nei ricettari di tutte le famiglie. Protagonista assoluto, non può che essere lui, il CioccoRe, che rende questa torta molto sostanziosa e quindi inadatta ad un consumo frequente. Per le occasioni speciali, è un peccato di gola che ci si può concedere. Una delizia per il palato che porterà le vostre papille gustative in un viaggio estasiante.

INGREDIENTI: 

  • 250 grammi di burro
  • 250 grammi di cioccolato extra fondente (minimo 70%)
  • 250 grammi di zucchero
  • 130 grammi di latte
  • 4 uova
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 tazzina di caffè (facoltativo)
  • 50 grammi di cacao in polvere
  • 200 grammi di farina
  • 1 bustina di lievito per torte
  • 150 grammi di cioccolato extra fondente
  • 60 grammi di panna fresca
  • granella di nocciole e pistacchi

PROCEDIMENTO: 

La prima cosa da fare è sciogliere il cioccolato a bagnomaria con il burro e lo zucchero, amalgamate tutti gli ingredienti e aggiungete il latte e la tazzina di caffè, continuando a mescolare su fiamma medio bassa.

In una ciotola a parte, unite gli ingredienti secchi, quindi la farina, il lievito, il cacao in polvere e la bustina di vanillina. Mescolate gli ingredienti e con delicatezza aggiungete il composto precedentemente sciolto a bagnomaria.

Prendete un altro recipiente, rompete le uova e dopo aver aggiunto un pizzico di sale, usate la frusta o  lo sbattitore elettrico, per qualche minuto a media velocità, fino a renderle chiare e spumose.

Aggiungetele al composto e mescolate con una spatola dal basso verso l’alto, è molto importante questo passaggio per evitare di smontare il composto.

Il gioco è fatto; prendete una tortiera dal diametro di 22 cm, imburratelo e infarinatelo e infine, versate il composto.

Forno statico a 150 gradi per un’ora e mezza.

Ora arriva la parte facile e divertente, la preparazione della ganache al cioccolato; Sciogliete ancora una volta il cioccolato restante (150 gr) con la panna liquida a bagnomaria, mescolando di tanto in tanto. Quando avrà raggiunto una consistenza liscia e lucida e la cucina sarà inondata dal denso profumo di cioccolato, potrete versarla sulla mud cake. Per decorare potete aggiungere la granella di nocciole e pistacchi o in alternativa un mucchietto di frutti rossi al centro. Buon appetito!

 

“Non c’è così tanta metafisica sulla terra come in un cioccolatino”
(Fernando Pessoa)

 

 

 

 

Cibo e salute: gelato e sorbetto i dessert più sani

Gelato e sorbetto sono le alternative gastronomiche perfette al dessert e possiedono anche numerosi benefici nutrizionali.

Gelato e sorbetto sono molto popolari in Europa e in crescita a un ritmo veloce in tutto il Nord America; queste prelibatezze di origine italiana non sono più considerati una “tentazione”, ma piuttosto una portata preferita, eliminando la frustrazione e monotonia di alcune diete a limitato contenuto calorico. Con meno grassi rispetto agli “ice cream” e infusi con spezie, erbe e fiori o molti altri ingredienti alla moda, gelato e sorbetto combinano le proprietà salutari con i sapori artigianali.

Come per tutti i dolci, la presentazione è la chiave. Queste prelibatezze congelate possono essere scavate, posti in strati di una torta, serviti morbidi o addirittura assaporati su un bastoncino. Se realizzati nel modo artigianale, con ingredienti genuini e freschi, come il latte intero e panna (gelato), frutta e succhi di frutta (sorbetto), questi prodotti lasciano anche spazio per la personalizzazione e all’adattamento alle varie diete. Senza latte, senza zucchero, a basso contenuto calorico, vegani o seguendo i parametri Kosher, o anche senza glutine, si possono creare per tutti i gusti e le esigenze.

Cremosi o rinfrescanti, gelato e sorbetto sono stati una tendenza molto forte nel 2015. Essi possono essere trovati presso i camion ambulanti come panini gelato (una soluzione on-the-go), in ristoranti come affogati (una combinazione di caffè e gelato) o come dessert glassato. Nei caffè, possono essere serviti miscelati in un frullato o frappè, mentre possono essere serviti morbidi sui classici coni, anche nelle gelaterie specializzate. Con un numero crescente di sapori disponibili sempre più intriganti – dall’amaretto al mango – bambini e adulti possono sempre gettarsi sui semifreddi … senza neppure sensi di colpa!

Come aprire una creperia

Il mercato delle crepes può offrire buoni profitti, tanto più che i costi per aprire una creperia non sono troppo alti, sempre però in base alle dimensioni che si vogliono raggiungere, per cui occorre prendere in considerazione il mercato di riferimento e i clienti che si vogliono raggiungere, come fa qualsiasi altra azienda; si possono trovare creperie nei centri commerciali con dei chioschetti colorati e ben strutturati come anche persone che vendono crepe in punti vendita fissi o semi-itineranti. Naturalmente in ogni paese o regione i regolamenti variano, ma è consigliabile esserne a conoscenza prima di iniziare questo tipo di attività.

 

Cosa serve per aprire una creperia

Un vantaggio di questo tipo di attività è che la parte importante è una sola, ovvero la piastra dove vengono cotte le crepes, sia quelle salate che quelle classiche dolci hanno bisogno per realizzare un prodotto di alta qualità, senza avere alcun personale supplementare, tutto quello che si vorrà aggiungere per sviluppare il proprio concetto di attività lavorativa, sarà in base alle proprie possibilità, il luogo in cui si sta andando a realizzare e il mercato che si dovrà coprire.

Aprire una creperia permette di offrire i prodotti con pochi investimenti, e offrire nello stesso tempo una grande varietà di ricette per crepes, grazie ai numerosi tipi di condimenti usati oggi, dal latte, alle marmellate, alle miscele cioccolato, alla frutta o che legano tra loro sapori diversi, ecc

 

L’importanza dell’attrezzatura giusta per le crepes

Per realizzare il proprio ristorante ideale per le crepes, occorre sempre prendere in considerazione diversi fattori. Le macchine per la lavorazione sono variabili nelle loro dimensioni, prezzi e capacità di produzione, ma il funzionamento di base è sempre quello di preparare la pastella a secondo della propria ricetta ideale e utilizzare la piastra per cuocere il prodotto e poi riempirlo con i condimenti scelti dal cliente.

Quando si acquista l’attrezzatura si dovrà tenere conto delle tipologie di crepes da produrre, la dimensione della vostra azienda e dei servizi aggiunti, dal momento che questi prodotti sono presenti in gelaterie, nei ristoranti tradizionali, nei caffè, in breve qualsiasi attività ristorativa e ricreativa può adattarsi a servire questo dolce eccezionale.

Come preparare la torta col miele

Rosh Hashanah, letteralmente il nuovo anno ebraico, si svolge nel mese di settembre con una celebrazione di due giorni che include mangiare cibi dolci come le mele e il miele di evocare un dolce nuovo. I dolci al miele, note come Lekach, sono tratti comuni e sono in genere pani densi, dolcificate con miele, pieni di spezie calde come la cannella, lo zenzero e la noce moscata e spesso imbevuti in uno sciroppo di miele.

I dolci sono facili da fare e può essere servito per la prima colazione con caffè, merenda con tè o come dopo cena dessert. L’ olio di colza può essere sostituito per il burro per fare una versione gratuita. In entrambi i casi, queste torte dolci sono deliziosi in qualsiasi momento.

INGREDIENTI

Torta:
– 2 tazze di farina
– 2 cucchiaini di lievito in polvere
– 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
– 1 cucchiaino di cannella
– 1 cucchiaino di zenzero
– 1/2 cucchiaino di noce moscata
– Sale
– 1/2 tazza di zucchero
– 2 uova
– 1/2 tazza di miele
– 1 panetto di burro non salato, a temperatura ambiente
– 1 cucchiaino di vaniglia
– Scorza di 1 arancia

Glassa:

– 1/2 tazza di zucchero a velo
– 1 cucchiaio di miele
– 1 cucchiaio di latte o panna
– 1 cucchiaio di burro non salato, fuso
– 1/2 cucchiaino di cannella
– 1/4 cucchiaino di zenzero
– Pizzico di sale

PREPARAZIONE

Preriscaldare il forno a 350 gradi. Imburrare una teglia e la linea con una striscia di carta da forno per una facile rimozione.

In una grande ciotola unire le uova, lo zucchero e il miele. Utilizzando un mixer o la mano, batti insieme fino a quando lo zucchero si scioglie.
Aggiungere il burro, vaniglia e scorza d’arancia e batti fino a che non si sia incorporato.

In una ciotola separata, setacciare insieme la farina, la cannella, lo zenzero, la noce moscata, il lievito, il bicarbonato e il sale.

Aggiungere gli ingredienti secchi nel bagnato e mescolare fino al unito.

Versare l’impasto nella teglia preparata e infornare per circa 40 minuti .

Rendere la glassa sbattendo insieme la polvere di zucchero, il miele, il latte, il burro fuso, la cannella, giner e sale. Corspargere sopra la torta calda.

Come combinare cocktail e ghiaccioli

Il modo più semplice per combinare cocktail e ghiaccioli è di mettere semplicemente insieme i due.

Questo Champagne è una ricetta e un esempio perfetto ed è un ottimo modo per ottenere il vostro pop ghiacciolo e mantenere il vostro vino freddo allo stesso tempo.

Tutto ciò che serve è un pop di ghiaccio fatto in casa o uno che è stato acquistato per i bambini. Metti a testa in giù nel vostro bicchiere preferito e riempire con champagne.

Prendete questa idea da altri cocktail assaggiati in estate.

In sostanza, stiamo semplicemente usando il pop di ghiaccio invece del ghiaccio e questo può essere fatto con ghiaccioli a spillo o diritti in quasi qualsiasi bevanda fredda.

 

Ghiacciolo con Kiwi e Martini

Ispirato da una delle più facili bibite alcoliche ovvero il martini, questo ghiacciolo è altrettanto semplice e veloce a mescolare.

Se amate un Kiwi e il Martini, dovete fare un tentativo con un ghiacciolo completo di agrumi,vodka e frutta fresca ( Kiwi ).

 

 

 

2 tazze di kiwi, pelati e tritati (circa 8 kiwi)

1/4 tazza di sciroppo semplice

1/4 di tazza di agrumi (vodka)

1 tazza di ghiaccio

 

PREPARAZIONE

1 – Mettere il ghiaccio e IL kiwi in un frullatore e frullare fino ad arrivare ad un composto ben tritato.

2 – Aggiungere lo sciroppo e la vodka e fondere fino a che liscio

3 – Versare la stessa quantità in uno stampo.

4 – Inserire i bastoncini e congelare fino a diventare solido.