Cibi cinesi: i migliori

I cibi cinesi, contrariamente a quanti pensano, sono apprezzati da tantissimi italiani. Ma cosa offre la cucina cinese? E’ davvero buona come si dice oppure va evitata assolutamente? Cerchiamo di capirne di più in questo nuovo post.

Cibi cinesi: quali sono i migliori da assaggiare a tutti i costi?

Cibi cinesi

Da diverso tempo a questa parte tutta Italia offre numerosi ristoranti di cucina cinese che con il passare dei giorni, settimane e mesi stanno riscuotendo sempre più successo.

La cucina asiatica ha ingredienti specifici e logicamente mette a disposizione sapori completamente differenti da quelli della cucina italiana. Il riso e le verdure padroneggiano. Ma quali sono in elenco i piatti tipici più buoni della cucina più amata di sempre?

Scommettiamo che a molti di voi ad oggi sarà capito di andare almeno una volta a mangiare ad un ristorante cinese e dover scegliere fra i moltissimi piatti senza sapere cosa sono effettivamente. A seguire vi elenchiamo 10 ottimi piatti tipici da assaggiare assolutamente che appartengono alla cucina asiatica e, nel dettaglio, che bisogna provare almeno una volta nella propria vita. Pronti a scoprire quali sono?

Cibi cinesi: la lista dei migliori 10 da provare a tutti i costi

  • Ravioli alla griglia o al vapore
  • Spaghetti di riso
  • Pollo alle mandorle Anatra alla pechinese
  • Spaghetti con i frutti di mare
  • Gamberi alla piastra
  • Gelato fritto
  • Involtini primavera
  • Riso alla cantonese
  • Nuvole di drago

Se fino a questo momento non avete avuto neanche una giornata libera per poter assaggiare questi magnifici piatti tipici della cucina asiatica, non perdete altro tempo e affrettatevi. Il consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di provare almeno uno dei piatti menzionati poco sopra il prima possibile, siamo sicuri che ne rimarrete più che soddisfatti. E se il gusto sarà di vostro gradimento, vedrete che in un ristorante cinese ci tornerete più volte.

La cucina cinese alla fin dei conti è una delle più antiche al mondo e mette a disposizione piatti unici dai sapori buonissimi.

Conclusioni

Ricordiamo, infine, che se siete proprietari di un ristorante e avete deciso di proporre anche voi la cucina asiatica è importante avere a portata di mano un software che gestisca il tutto nel miglior modo. In circolazione c’è ne sono davvero tanti ma noi personalmente vi invitiamo a scaricare Ristomanager. Provatelo e ve ne innamorerete.

Il Gestionale su misura per il tuo Ristorante

State seriamente pensando ad un gestionale su misura per il tuo ristorante? Allora siete capitati nel sito giusto. Andiamo a scoprirne di più.

Ristorante

Ristomanager è un gestionale su misura per la ristorazione che ti permette di gestire qualsiasi attività interna in modo preciso e totalmente offline!

Ristomanager: il miglior gestionale in circolazione per il tuo ristorante

Un software innovativo per ristoranti completo e personalizzabile, pronto per adempiere alla gestione prodotti, gestione tavoli, gestione clienti, cassa rapida e molte altre funzioni da scoprire.

Veloce ed affidabile, Ristomanager ti permetterà di gestire ogni tipo di attività in modo semplice e intuitivo.

Soddisfare tutte le esigenze delle imprese della ristorazione è il nostro obbiettivo. Pizzerie, ristoranti, pub, bar o qualunque altra attività che richieda la gestione degli ordini ai centri di produzione.

Ristomanager offre la possibilità di differenziare l’aspetto grafico e funzionale per i dati di vendita che sono comodamente consultabili nel modulo delle statistiche. La grafica a colori renderà ancora più intuitiva la consultazione. Grazie a tutti i filtri presenti in questa finestra, potrete analizzare l’andamento della vostra attività e filtrare i risultati in base alle vostre esigenze. Anche le modalità di navigazione ed i collegamenti fra i quadri disegnati sono a completa discrezione degli utenti.

La gestione Offline è il punto di forza

Ristomanager non necessita di una connessione ad internet, funziona sfruttando il vostro PC come server locale.

Questa caratteristica PRINCIPALE è stata sviluppata dalla nostra esperienza decennale nel campo della Ristorazione, essa ci ha portato a riscontrare e testare che alcune soluzioni software funzionano solo ONLINE.

E nei frequenti casi in cui la connessione internet risulti assente?

Il lavoro del software si bloccherebbe interamente, creando molti disagi come per esempio degli insoluti e la mancata evidenza della situazione contabile dei tavoli.

Ristomanager non presenterà mai questo tipo di problemi.

Gestire le sale del ristorante sarà un gioco da ragazzi!
Prova subito la demo gratuita scaricabile per un tempo limitato dal seguente link.

Non esitare a contattarci per ogni tipo di informazione e/o per richieste di personalizzazione software. Il nostro team sarà lieto di gestire ogni vostra specifica richiesta.

Cos’è lo scalogno: caratteristiche di un must della cucina cinese.

Lo scalogno insieme con lo zenzero fresco e l’aglio, fa parte di ciò che lo chef Martin Yan ha definito “la santa trinità della cucina cinese.”                      Lo scalogno (chiamata “cipolle verdi” negli Stati Uniti) è indispensabile nella cucina cinese. Il loro delicato sapore è usato in marinate, pollame, e in piatti cotti, in particolare fritture. In cucina cantonese, lo scalogno è spesso accoppiato con zenzero in piatti di pesce. Le due sono utilizzate insieme in un condimento di olio riscaldato servito con cipolla in camicia bianca e pollo tagliato.

Gli scalogni sono anche utilizzati come guarnizione: entrambe le spazzole dello scalogno compresi i rami sono fatte a taglio per formare una frangia attraente.

Tassonomia

Lo scalogno è un membro della famiglia dell’aglio che comprende anche le cipolle e i porri.

Il nome tassonomico è Allium fistulosum (il nome della specie significa tubolare o vuoto). Una cipolla si raggruppa e cresce in ciuffi, invece lo scalogno sono identificabili dai loro cavi, foglie verde scuro e gli steli fini e neri.

Dalla Cina,  l’ Allium fistulosum si diffuse in Giappone, Asia e in Europa, fino a raggiungere l’Inghilterra agli inizi del 1600, in cui è stato chiamato “cipolla gallese” .. Oggi gli scalogni sono coltivati ​​in tutto il mondo.

Come scegliere un negozio di Scalogni

I supermercati vendono gli Scalogni generalmente in mazzi. Quando si sceglie uno scalogno è sempre meglio cercare quelli con società, foglie arricciato e liscio, e con il bianco immacolato degli steli. Evitare qualsiasi grappoli con foglie e steli appassiti che hanno cominciato a ingiallire.Per pulire e conservare gli scalogni, rimuovere l’elastico, sciacquare abbondantemente con acqua corrente fredda e asciugateli con carta assorbente. Avvolgere lo scalogno in un tovagliolo di carta leggermente umido e tenere in un sacchetto di plastica richiudibile o contenitore in frigorifero.