Il Gestionale su misura per il tuo Ristorante

Ristomanager è un gestionale su misura per la ristorazione che ti permette di gestire qualsiasi attività interna in modo preciso e totalmente offline!


Un software innovativo per ristoranti completo e personalizzabile, pronto per adempiere alla gestione prodotti, gestione tavoli, gestione clienti, cassa rapida e molte altre funzioni da scoprire.


Veloce ed affidabile, Ristomanager ti permetterà di gestire ogni tipo di attività in modo semplice e intuitivo.

Soddisfare tutte le esigenze delle imprese della ristorazione è il nostro obbiettivo. Pizzerie, ristoranti, pub, bar o qualunque altra attività che richieda la gestione degli ordini ai centri di produzione.

Ristomanager offre la possibilità di differenziare l’aspetto grafico e funzionale per i dati di vendita che sono comodamente consultabili nel modulo delle statistiche. La grafica a colori renderà ancora più intuitiva la consultazione. Grazie a tutti i filtri presenti in questa finestra, potrete analizzare l’andamento della vostra attività e filtrare i risultati in base alle vostre esigenze. Anche le modalità di navigazione ed i collegamenti fra i quadri disegnati sono a completa discrezione degli utenti.

La gestione Offline è il punto di forza. Ristomanager non necessita di una connessione ad internet, funziona sfruttando il vostro PC come server locale.

Questa caratteristica PRINCIPALE è stata sviluppata dalla nostra esperienza decennale nel campo della Ristorazione, essa ci ha portato a riscontrare e testare che alcune soluzioni software funzionano solo ONLINE.

E nei frequenti casi in cui la connessione internet risulti assente?

Il lavoro del software si bloccherebbe interamente, creando molti disagi come per esempio degli insoluti e la mancata evidenza della situazione contabile dei tavoli.

Ristomanager non presenterà mai questo tipo di problemi.

Gestire le sale del ristorante sarà un gioco da ragazzi!


Prova subito la demo gratuita scaricabile per un tempo limitato da https://ristomanager.it/scarica.html
Non esitare a contattarci per ogni tipo di informazione e/o per richieste di personalizzazione software. Il nostro team sarà lieto di gestire ogni vostra specifica richiesta.

Birrifici artigianali in Puglia: un valore aggiunto in tavola.

La birra ha antiche origini , addirittura si pensa che la fermentazione sia avvenuta per caso circa 5000 anni fa e siano stati poi i monaci ad affinare e migliorare questa bevanda.Nel nostro Paese il mercato dei birrifici artigianali attualmente sta guadagnandosi un posto importante nell’economia e l’abbinamento territoriale può valorizzare piatti tipici ed esaltarne i sapori al pari degli abbinamenti tradizionali con i vini.

Le regioni del Sud Italia sono ancora leggermente indietro per la produzione di birra nei birrifici artiginali, in particolare in Puglia dove il vino è a farla da padrone come bevanda tipica prodotta.

La tipicità della birra della Puglia  è di almeno 4 microbirrifici di discrete dimensioni che da alcuni anni ormai spianano la strada per fare in modo che la Puglia tra i suoi prodotti d’eccellenza abbia anche la birra agricola.

Caratteristica principale di alcune delle birre prodotte in Puglia è la denominazione di bio in quanto realizzate con malti di coltivazione nel Salento.

Come nostra abitudine vi lasciamo qualche nome: la Weizen bio, di moderata gradazione alcolica alla quale i lieviti in sospensione lasciano un aspetto leggermente torbido e un sapore acidulo, la Pale Ale bio più alcolica non filtrata con schiuma cremosa e un aroma speziato di ispirazione alle birre inglesi abbinabile a primi e secondi piatti non molto grassi ed infine la Arsa una birra in stile Smoked Porter.

Importante poporre l’abbinamento o la degustazione o uno speciale menù con le novità.

Successivamente sarà il vostro gestionale a calcolare statisticamente come questo elemento possa incrementare le vendite o attivare nuovi impulsi d’acquisto.

Birrifici artigianali pugliesi

Nome Località Provincia Anno
Aleph S. Pancrazio Salentino BR 2015
B94 Lecce LE 2008
Baff Beer Lecce LE 2017
BAS Birrificio Artigianale Stefanelli Taranto TA 2008
Bilabi’ Bari BA 2014
Birra del Console Monopoli BA 2018
Birra Salento Leverano LE 2010
Birranova Triggianello BA 2007
BirrApulia Ostuni BR 2012
BirrArè Barletta BA 2016
BirRbante Bari BA 2012
Birrificio Artigianale delle Puglie Ascoli Satriano FG 2014
Birrificio Bari Bari BA 2015 (beer firm fino al 2017)
Birrificio Decimoprimo Trinitapoli BT 2012
Birrificio degli Ostuni Poggiorsini BA 2016
Birrificio del Capo Tricase LE 2015
Birrificio del Levante Bitritto BA 2009
Birrificio Italy Martina Franca TA 2015
Birrificio Magno Copertino LE 2014
Birrificio Svevo Modugno BA 2002
Calènder Tuglie LE 2016
Capo d’Otranto Otranto LE 2017
Castel del Monte Ruvo di Puglia BA 2011
Daniel’s Manduria TA 2016
Demibeer S. Pancrazio Salentino BR 2014
Duan San Giorgio Jonico TA 2006
Eataly Bari Bari BA 2013
Ebers Foggia FG 2014
Eclipse S. Giorgio Jonico TA 2016
Erland Racale LE 2016
Fabbiano San Giorgio Ionico TA 2014
Grillaio Minervino Murge BA 2017
Gruit Brindisi BR 2008
I Peuceti Bitonto BA 2013
Malatesta Lecce LE 2015
Montalto Pietramontecorvino FG 2009
Murex – Birrificio Agricolo Altamurano Altamura BA 2011
Old 476 Galatina LE 2015
Ratto Matto Bisceglie BA 2017
Sancti Marci San Marco in Lamis FG 2014
Suds Pregiato Birrificio Meridionale Noci BA 2013

Birrifici artigianli: Beer firm pugliesi

Nome Località Provincia Anno
74zero15 Martina Franca TA 2015
BAC Birrificio Artigianale Casaranese Casarano LE 2014
Barbarossa Bari BA 2011
Beer-Oz Modugno BA 2014
Beerbante Salentina Melendugno LE 2014
Birra Clandestina Martano LE 2017
Birra del Sud Bari BA 2014
Birra Terrona Corigliano D’otranto LE 2013
Birralab Canosa BA 2015
Birrarium Acquaviva delle Fonti BA 2013
Birrificio Leverano Leverano LE 2011
Birrogastrofonici Lecce LE 2012
CapiMora Racale LE 2015
Doppia Cotta Corato BA 2014
Duca di Svevia Torremaggiore FG 2016
Gargantua San Nicandro Garganico FG 2015
Idem Leporano BA 2014
L’Aura Cavallino LE 2015
Lentopede Spongano LE 2016
Matà Cerignola FG 2016
Meliso Supersano LE 2016
Mi.ac Canosa di Puglia BA 2017
Musa Gravina in Puglia BA 2016
O-Grainbeer
San Severo FG 2009
Spinelli Parabita LE 2015

Come servire alcol responsabilmente agli eventi

Molti commensali trascorrono le proprie vacanze con la famiglia e gli amici, e l’alcol è spesso una parte delle celebrazioni. Quando la gente si fa prendere dal momento eccitante, può consumare troppo alcol.

A causa di questo, occorre essere particolarmente vigili e servire alcol responsabilmente durante le vacanze.

Noi condividiamo e vi diamo alcuni suggerimenti degli esperti, per servire bevande alcoliche e superalcoliche:

Prendetevi del tempo per parlare con i vostri ospiti. Questo vi aiuterà a determinare lo scopo della loro visita così come i loro livelli di intossicazione. Se gli ospiti sono determinati a diventare intossicati o “brilli” vorrete sicuramente saperlo. Soprattutto, continuare a parlare a ogni ospite durante la sua visita.

Osservate attentamente i cambiamenti

Si può imparare molto sui diversi livelli di intossicazione dei vostri ospiti, semplicemente osservando i cambiamenti fisici e comportamentali. Gli esempi includono:

  • Essere eccessivamente cordiale, scostante, depresso o silenzioso
  • Utilizzare un linguaggio scurrilealzare la voce
  • Bere più velocemente o il passaggio a bevande più forti o in quantità sempre maggiori
  • Parlare o muoversi lentamente
  • Barcollare, inciampare o sbattere contro oggetti

Contare. Alcuni ospiti possono non mostrare alcun segno fisico o comportamentale di intossicazione, per cui contare quante bicchieri bevono, può aiutare a tenere traccia del loro consumo. Una consumazione contiene circa la stessa quantità di alcol e dovrebbe essere contata come una bevanda:

1 consumazione = 5 once di vino; 12 once di birra; 1½ once di liquore 80°; 1 oncia di liquore 100°

Evitare di versare troppo abbondantemente

Versare troppo liquore alla volta, rende difficile per gli ospiti monitorare con precisione il loro consumo. Seguite perfettamente le procedure di somministrazione di ogni bevanda, per assicurarvi che ogni consumazione contenga la quantità prevista di alcol. Se nel vostro locale permettete il versamento libero, verificate periodicamente l’accuratezza  utilizzando un test di versarmento.

Offrite del cibo. Questa è una delle cose più importanti che potete fare per servire alcol responsabilmente e prevenire l’intossicazione. Il cibo aiuta a mantenere l’alcol nello stomaco, rallentando il tasso di assorbimento dell’alcol, e impedire che raggiunga l’intestino tenue, nel quale la maggior parte di esso viene assorbito nel flusso sanguigno. I migliori prodotti alimentari per ottenere questo sono quelli ricchi di grassi e / o proteine. Questi elementi non sono facilmente digeribili, il che rallenta il movimento di alcol nell’intestino tenue.

Offrite dell’acqua. Bere alcol può portare a disidratazione, rendendo gli ospiti assetati e potenzialmente inclini a consumare più alcol di quanto farebbero normalmente. È possibile aiutare la reidratazione, offrendo acqua insieme alle bevande e riempire spesso i bicchieri d’acqua. Questo contribuirà a mantenere l’ospite idratato e potrà ridurre il consumo di alcol.

Come scegliere i bicchieri per la birra

Considerando il fatto che la birra è la bevanda alcolica più popolare al mondo e la terza bevanda più popolare dietro acqua e tè, non c’è bisogno di chiedersi perché occorre saper scegliere i bicchieri per la birra.

Esistono vari tipi tra cui scegliere i bicchieri per la birra, con varie forme e dimensioni che vanno dagli stivali per la birra, boccali e coppe, agli stili più sofisticati come i bicchieri Pilsner.                                                                            Molti bar servono la birra da un rubinetto o dalle bottiglie di vetro.                I bicchieri per la birra sono stati appositamente progettati per rendere l’esperienza di bere birra più piacevole.                                                                  I tipi principali sono i bicchieri, boccali, e tutta una serie di bicchieri campionatori, ideali per servire i voli di birra o semplicemente un campione di birra in modo che un ospite possa avere un assaggio prima di ordinare un bicchiere intero.

La birra in vetro è essenziale per molti bar, soprattutto bar sport, di quartiere o bar “dive”, e bar che sono noti per la loro selezione di marche.

Questa bevanda è raramente servita in un bicchiere di plastica, a meno che non vi capita di essere in visita una fraternità. La birra viene spesso servita in un bicchiere di birra o pub, da circa 16 once (quasi mezzo litro). Alcuni sono progettati per contenere un po ‘meno di tale quantità, ma di solito non più di questo.

I bicchieri per la birra sono strategicamente sagomati per consentire al liquido gassato di respirare, ma anche per creare una testa adeguata, raccolgono l’aroma di luppolo e orzo in modo appropriato, e hanno un aspetto professionale e gustoso allo stesso tempo. Invece, i boccali per birra offrono un aspetto più corposo, con bordi del vetro più spessi e spesso una capacità superiore ai bicchieri per la birra. Essi sono spesso conservati in un refrigeratore per il vetro o congelatore al fine di offrire alla clientela la birra gelata che bramano. I bicchieri per la birra campionatori forniscono al bar un modo per servire dei piccoli assaggi di birre diverse per i clienti indecisi su cosa ordinare, o per servire una selezione di molte birre, una scelta comune dei micro birrifici e pub specializzati.

Tutte queste considerazioni vanno sempre tenute bene a mente, quando si va a scegliere i bicchieri per la birra che avrete nel vostro bar o ristorante.

Come organizzare una cena di degustazione vini

Il vino è una bevanda alcolica che non passa mai di moda. Organizzare una cena di degustazione di vini è un evento popolare e promozionale per provare da vostro ristorante. Le Degustazioni di vini Restaurant offre l’opportunità di incoraggiare le imprese, soprattutto durante le stagioni tradizionalmente lenti. Una degustazione di vini nel ristorante è simile a una degustazione di vini di casa, in quanto gli ospiti saranno condividere e conversare su molti vini diversi.

Tuttavia una degustazione di vino nel ristorante va oltre, invitando un sommelier (esperto vini) per insegnare agli ospiti sui vini della serata.

Selezionare una carta dei Vini

Ci sono innumerevoli tipi di vino, dai classici vini francesi o californiani ai vini di produzione locali a più esotici, ( vini rari ). Lavora con la tua persona di vendite di vino o un sommelier per aiutarvi a scegliere un menu vino robusto. Un sommelier è una persona con esperienza nel vino. Il vostro vino può o mettervi in contatto con un sommelier o fare il lavoro da soli. Molti distributori di vino vi aiuteranno in ogni fase della pianificazione di una degustazione di vini, dal momento che si acquista il vino da loro direttamente.

Scegli L’omaggio Foods

Una volta che avete deciso su una selezione di vini che completano l’un l’altro, selezionare le voci di menu che sarà anche a completare ogni vino.

Pensare al di là delle vecchie regole tipo il vino bianco con pollo e pesce e il vino rosso con carne di manzo e di maiale. Anche in questo caso, in collaborazione con il vostro sommelier vi basta pianificare un menu di degustazione che vi aiuterà a pianificare l’abbinamento perfetto di cibo e vino.

Invita gli Ospiti

Una volta che hai i dettagli della degustazione (data, ora, carta dei vini, cena, prezzo) è il momento di ottenere la parola. Prendete i vostri account di social media per promuovere la tua degustazione di vino nel proprio ristorante. Sottolinea che lo spazio è limitato, per incoraggiare le prenotazioni anticipate. È possibile vendere i biglietti o prendere le prenotazioni, o entrambi. E ‘importante avere un determinato numero di garanzie, in modo da sapere quanto vino ordinare e la quantità di cibo da preparare. Ordinare circa il 10% in più di cibo e vino di cui avete bisogno per le prenotazioni last minute.

Educare il vostro Personale

Se questo è il vostro primo assaggio ristorante di vino, è importante educare il vostro personale sul protocollo della serata. Rivedere la routine passo dopo passo, con entrambi i server e il personale di cucina. Dare a tutti una copia della lista dei vini e menu, in modo che sappiano in quale ordine dovranno servire vini e piatti. Chiedete al personale per leggere i vini che vengono serviti, in modo che possano rispondere a domande semplici per gli ospiti, tra cui è stato prodotto il vino, i tipi di uva che sono stati utilizzati, ecc …

Scorta di Bicchieri da Vino

Mancanza di calici di vino? Assicuratevi di avere bicchieri di vino a sufficienza per la sera. Ogni persona avrà un bicchiere, per ogni vino servito. Quindi, se si sta servendo bisogna avere sei bicchieri per ogni ospite. Se si dispone di 50 ospiti, avrete bisogno di 300 bicchieri di vino .